Campania Cava de' Tirreni Cronaca Salerno

Cava. A 38 anni dal terremoto, continua la bonifica dei prefabbricati

Partita ieri la bonifica del quarto campo containers, quello della frazione di San Pietro, che ospitava i prefabbricati post terremoto del 1980.

L’amministrazione preme ora il piede sull’acceleratore in vista del completo smantellamento di tutte le aree entro fine anno, mentre si è a lavoro per risolvere le situazioni in sospeso di quanti – non aventi diritto a un’abitazione comunale – occupano abusivamente i prefabbricati alla frazione Maddalena e a Pregiato. L’intervento a San Pietro, già programmato da tempo, si è reso urgente dopo l’incendio doloso che – prima dell’estate – aveva interessato i prefabbricati della frazione. Dopo la messa in sicurezza delle strutture e l’incapsulamento dell’amianto tramite l’apposizione di specifiche vernici per evitare da dispersione delle fibre di eternit nell’aria, nella giornata di ieri è partito il vero e proprio smantellamento a cura degli operai della ditta designata tramite gara d’appalto, in collaborazione con il personale della Metellia Servizi per la rimozione e il trasporto dei rifiuti.

Nel frattempo dall’assessore all’ambiente e alla manutenzione, Nunzio Senatore, un sollecito ai cittadini nella contestuale battaglia di rimozione dell’amianto da tutto il territorio.

«I campi prefabbricati – ha spiegato Senatore – rappresentavano uno dei maggiori punti di concentrazione di amianto sul territorio cittadino. Ce la stiamo mettendo tutta per bonificare il tutto a tutela della salute pubblica, contestualmente però invitiamo i cittadini a fare lo stesso affinché provvedano a segnalare e mettere in sicurezza i materiali in amianto presenti all’esterno delle abitazioni private». Al momento, quello di San Pietro è il quarto campo di containers post-terremoto sul quale il Comune sta intervenendo per la completa bonifica, dopo quelle già effettuate a Santa Lucia, Sant’Arcangelo e località Ginestre.

Punto interrogativo, per ora, su quale sarà la destinazione una volta sgomberata l’area mentre in cantiere ci sono già progetti per le altre zone.

In particolare a Santa Lucia, con l’aiuto economico di imprenditori locali, dovrebbe sorgere un parco giochi adeguato alle esigenze di bambini con ridotta capacità motoria; a Sant’Arcangelo invece è in via di ultimazione la tendostruttura sportiva in memoria del Tenente Pittoni. Resta, invece, un intricato nodo da sciogliere la situazione dei campi containers alla Maddalena e a Pregiato. Il primo ospita, al momento, un nucleo familiare che per gli uffici comunali non ha diritto a un’abitazione popolare. La famiglia in questione, non avendo altra dimora oltre al prefabbricato che occupano, è quindi impegnata in una battaglia legale per poter riuscire ad ottenere una casa-parcheggio.

Più articolata la questione a Pregiato dove risulta risiedere una persona agli arresti domiciliari: prima di procedere allo sgombero bisognerà quindi che gli organi competenti acconsentano al cambio di domicilio.

Una operazione, questa, da portare a termine nel più breve tempo possibile considerato che dalla bonifica del campo di Pregiato dipende in larga parte l’avvio dei lavori per la riqualificazione del vicino Palaeventi, che tanto ha fatto discutere nei giorni scorsi. Una volta bonificato, infatti, il campo containers sarà ridestinato a parcheggio per la struttura con annesse aree attrezzate a verde pubblico.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi