Amalfi Campania Cetara Cronaca EVIDENZA Salerno

Carabinieri in azione in Costiera Amalfitana

in azione

Carabinieri in azione tra Cetara, Amalfi e Conca dei Marini. Sventato traffico di banconote false e controlli in bar e ristoranti della Costiera Amalfitana.

Cetara. I Carabinieri della Stazione di Maiori agli ordini del Maresciallo Giuseppe Loria, e coordinati dal Capitano Roberto Martina, hanno tratto in arresto G.A. (1997), B.C. (1995) e denunciato a piede libero F.M. (1999), tutti di Cicciano, per detenzione e spendita di monete falsificate.

I tre giovani intorno alle ore 12:00 avevano tentato di spendere alcune banconote false in alcuni esercizi commerciali di Cetara, senza però riuscirci. I Carabinieri della Stazione di Maiori, informati dei fatti, si sono subito messi alla ricerca dell’auto sospetta, intercettandola poco dopo a Maiori nei pressi della Torre Normanna.
Sottoposti a sequestro, i tre giovani sono stati trovati in possesso di 850 euro in banconote da 50, tutte risultate false. Le successive indagini, tramite i vari sistemi di sorveglianza, hanno permesso di ricostruire i vari tentativi di spendita nel corso della mattinata. Per questo, i militari hanno proceduto all’arresto di due dei tre ragazzi, in quanto pregiudicati, ed al deferimento a piede libero del terzo soggetto incensurato. Domani saranno tradotti presso il Tribunale di Salerno per il rito direttissimo.

Sempre oggi, i Carabinieri della Stazione di Amalfi con i Colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Salerno, insieme alla Capitaneria di Porto ed al servizio Ispettivo Asl di Amalfi, hanno, invece, proceduto al controllo di alcuni bar, ristoranti e gelateria della zona per verificare la regolarità nella somministrazione degli alimenti e nella gestione dei contratti di lavoro.

Nel dettaglio:

– Presso un Bar/ristorante sito in Piazza Flavio Gioia di Amalfi sono state sono rilevate solo lievi carenze igienico sanitarie in cucina, sanabili entro 15 gg.

– in una gelateria in Piazza Duomo ad Amalfi è stata riscontata l’assenza del titolare, sostituito in modo irregolare dal padre: pertanto si decretava la sospensione dell’attività fino al rientro del legittimo titolare.

– presso 2 ristoranti contigui in Piazza Olmo a Conca dei Marini: nel primo sono da accertare alcune anomalie nel contratto di lavoro della dipendente, nessuna carenza igienico sanitaria, ma rilevata la mancanza di alcune bolle relative alcuni prodotti ittici in uso (con sanzione amministrativa);

nel secondo, denuncia penale perché trovato in possesso di 10 kg di pesce senza provenienza e data di scadenza ed assenza dell’avviso di prodotto congelato sul menù.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi