Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA Salerno

Caos, spaccio e gare di moto. I residenti di via Sorrentino: “Basta!”

Gare notturne di moto, musica ad altissimo volume, alcool e consumo di stupefacenti. Questo è quanto hanno denunciato 23 cavesi tutti residenti tra via Andrea Sorrentino, Mafalda Di Savoia, Giuseppe Verdi e Dante Alighieri. Atteggiamenti irrispettosi che si verificherebbero tutti i giorni, dalle 18 alle 3 di notte. Il sabato, scrivono i residenti, si sta svegli anche fino all’alba.

Dopo mesi di pazienza, i cittadini di quell’area hanno deciso di presentare un esposto querela alla Polizia di Stato e locale, Carabinieri e Sindaco in persona.

Siamo a Cava de’ Tirreni, precisamente in via Sorrentino, meglio conosciuta come la strada delle poste centrali cavesi. 23 persone, magari padri e madri di famiglie, tutte residenti di questa zona, centro città, hanno deciso di rendere note le follie che interessano quella zona. Dall’esposto è come se la legge venisse derogata mano mano che si fa notte. Si parte dalle 18 sino alle 03 di notte. Tutti i giorni, sempre. I cittadini narrano di numerosi avventori, anche minorenni, che fanno uso di sostanze stupefacenti che occupano suolo pubblico e privato che fanno casino, per dirla semplice, troppo casino fregandosene di tutto e tutti.

Nella denuncia presentata ad inizio settimana, si rammentano anche le numerose chiamate notturne alle autorità competenti che hanno provocato il nulla. “Una oggettiva e grave omissione” scrivono i residenti cavesi.

Altro aspetto l’intralcio alla viabilità. Le auto parcheggiate senza alcun razziocinio, in barba a qualsiasi regola vigente, rendono via Mafalda Di Savoia e le relative traverse praticamente un percorso ad ostacoli. Stiamo parlando di strade che già di per sè non sono poi così agevoli. Non succeda mai il dover risolvere qualche emergenza da quei palazzi. Il caos totale che genera, come accade spesso in questi casi, l’uso indiscriminato dei clacson che, secondo l’illogico senso dell’automobilista, aiuterebbe a smaltire il traffico e al contempo ad alleviare lo stress. Contemporaneamente però quei clacson, oltre ad essere fuori legge nei centri abitati, mandano fuori di testa i residenti che silenti fino ad oggi hanno incassato.

Alla fine di tutto, si ha quasi la sensazione di vivere in una città tutt’altro che civile e rispettosa

Non saranno di Cava de’ Tirreni, qualcuno avrà voglia di commentare. Basterebbe andare a farsi un giro e togliersi ogni dubbio, potrebbe essere la risposta. Ora la cosa è pubblica, maggiore controllo suvvia, una telecamera ed un lampione in più e (forse) il problema si risolve da sè.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi