Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Salute video

Campagna vaccinale: tutte le novità da Servalli e Vecchione

Cava de’ Tirreni. Una conferenza dai toni amari e dai volti tirati quella di stamattina a Palazzo di Città. A fare il punto sulla campagna di vaccinazioni condotta nei due centri vaccinali di Cava de’ Tirreni sono stati il sindaco Vincenzo Servalli, il Direttore del Distretto Sanitario 63, Pio Vecchione e l’assessore alla Tutela della Salute, Armando Lamberti.

Una campagna che ha vissuto e vive non poche difficoltà, ammettono, a causa della dislocazione in strutture adeguate per l’occasione, ma che non rientrano nel presidio ospedaliero cittadino come a Salerno o Nocera Inferiore, ma che hanno risentito della scarsezza di vaccini a disposizione, come accaduto anche in tante altre realtà nazionali.

“Alle difficoltà logistiche, poi – ha commentato Vecchione – si sono aggiunti gli attacchi politici e mediatici e di questo sono dispiaciuto per tutti coloro, dai sanitari ai volontari, che sono impegnati ogni giorno per vaccinare la popolazione cavese. Ma non rispondo agli attacchi – continua – non mi compete. Mi preme dare due buone notizie: il coinvolgimento dei medici di Medicina generale, per i quali è stato allestito uno spazio apposito presso il centro vaccinale di San Francesco dove ricevere i propri pazienti. Sarà approntata una turnazione e inizieranno già da martedì. E mi preme anche far sapere che i cittadini cavesi saranno tra i primi ad essere coinvolti nella terapia con anticorpi monoclonali presso il centro Covid di Scafati”.

Sul piano politico o del clima creatosi in Città si soffermano il primo cittadino e l’assessore Lamberti, entrambi concordi, tuttavia a mettere da parte le polemiche e perseguire un unico obiettivo: “Vaccinare i cittadini cavesi”.

“Non solo è ben chiara la consapevolezza della responsabilità della tutela della salute dei nostri concittadini – afferma l’Assessore Lamberti – ma stiamo operando direi esclusivamente e quotidianamente per garantire il massimo delle risorse e la piena disponibilità alle autorità sanitarie per quelle che sono le competenze dell’Amministrazione”.

Clicca qui per il video integrale della conferenza

Leggi anche: Il Covid e le conseguenze psicologiche, a Cava lo Studio Osservazionale di Comunità

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi