Luglio 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Buzz Lightyear: Perché il film è stato bandito in così tanti paesi? Notizie cinematografiche

Il nuovo film di Buzz Lightyear della Pixar è stato bandito dalla proiezione in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi Uniti a causa di una scena di bacio tra due personaggi dello stesso sesso.

Dopo i film Marvel Doctor Strange in the Multiverse of Madness e The Eternals, è la volta di Buzz Lightyear, il prossimo film d’animazione della Pixar Studios, a cui viene negata la proiezione in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi Uniti.

Il film di Angus MacLane è stato bandito per essersi baciato tra due personaggi dello stesso sesso. La scena in questione era già stata censurata dalla Disney ma lo studio l’ha reintrodotta lo scorso marzo dopo una lettera aperta dei dipendenti Pixar che esprimevano rammarico per il fatto che il colosso americano avesse censurato scene romantiche tra due persone dello stesso sesso.

Buzz Lightyear: Dopo le polemiche, la Disney riporta un bacio gay in Pixar

Infatti, nella storia originale dedicata al personaggio Buzz Lightyear, la fidanzata di Space Ranger, il comandante Alisha Hawthorne (doppiato da Uzo Aduba) ha una relazione con uno scienziato e durante una breve scena le due donne si baciano.

Ieri, la Media Regulatory Authority negli Emirati Arabi Uniti ha annunciato che il film non sarebbe stato mostrato al pubblico a causa della sua presentazione.Violazione degli standard statali sui contenuti dei media“.

Buzz Lightyear si unisce alla crescente lista di lungometraggi censurati per inclusività.

Dopo la Marvel, la Pixar censura

Lo scorso aprile Doctor Strange in un multiverso di follia Bandito negli stati del Golfo a causa dell’introduzione del personaggio America Chavez (interpretata da Xochitl Gomez) che, secondo la sua interpretazione nei fumetti, fa parte della comunità LGBTQ+.

READ  La reine Elisabetta II confie avoir du mal à «bouger»

A novembre, la censura ha chiesto alla Disney di tagliare scene di Chloe Chow’s Eternals, ma lo studio ha rifiutato.

Nel 2020 gli studi Pixar sono già stati censurati in diversi paesi del Medio Oriente e in Russia per la presenza di un personaggio minore gay.