Agosto 9, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Buttiamo quasi 100 chilogrammi di pomodori a settimana”: quest’estate i produttori di frutta e verdura locali faticano a vendere i loro prodotti

I produttori di frutta e verdura locali hanno difficoltà a vendere le loro scorte durante i mesi estivi.

Colpa della mancanza di acquirenti per questi prodotti biologici e locali. È chiaro che molti sono andati in vacanza. L’estate è anche il periodo in cui frutta e verdura sono mature. Poche richieste, molte offerte, e quindi i produttori a volte devono far marcire i loro raccolti.

Questo fenomeno, da qualche settimana i soci della cooperativa BEES Coop osservano questo fenomeno.

Sugli scaffali del supermercato cooperativo di Schaerbeek ci sono meno clienti. Dal 15 luglio al 15 agosto è un periodo non di punta. Nelle corsie dei prodotti freschi, la strategia deve essere riconsiderata. “Cerchiamo di destreggiarci in modo intelligente con prodotti che possono essere venduti facilmente, come cetrioli o pomodori, e con altri prodotti che venderanno meno bene, come il cavolo cappuccio. È anche la stagione per lorospiega Manon, direttore della divisione ortofrutta. Grazie a questo metodo, solo il 5% delle verdure in vendita nel negozio rimane invenduto.Ma è vero che ci sono molte meno persone in negozio quest’estate‘ conclude il responsabile del reparto.

Tra gli stand, questo giovedì 4 agosto, c’è ancora Christina, un membro della cooperativa. “Sono a casa da solo, quindi non posso fare molto per evitare questo spreco. Lì porterò un’insalata per il mio vicino“confessare”È pazzesco andare in vacanza adesso. Inizialmente era prevista la raccolta nei mesi estivi‘ vorrei sottolineare.

READ  "Il nostro bagaglio non è stato trovato", si rammarica del marito Liu