Attualità EVIDENZA

Buon Compleanno Holly e Benji!

holly e benjii

Generazione anni ’80 a raccolta! Holly e Benji, al secolo Oliver Hutton e Benjamin Price, compiono 30 anni.

Questa giornata non può finire senza ricordare una data per molti di noi degna di una lacrima di commozione. 19 luglio 1986, ritorni a casa di corsa per l’appuntamento fisso con i cartoni animati di “Bim Bum Bam” su Italia 1 e pane e Nutella e in quello che ti sembra un pomeriggio come tanti, con le solite sbucciature alle ginocchia, dalla tv senti arrivare:

“Due sportivi, due ragazzi, per il calcio sono pazzi. Son portiere e attaccante, Holly e Benji due speranze, loro vogliono sfondare e campioni diventare, per poter cosi’ giocare, nella squadra nazionale……. Holly si allena tirando i rigori
Benji si allena parando i rigori. Sembran partite gli allenamenti, tanta e’ la classe dei due contendenti. Holly rincorre ogni pallone, Benji lo segue con attenzione e questa sfida senza vincenti, fa i due ragazzi felici e contenti”.

holly e benji

Ti si apre un mondo. Un angolo di cuore fino ad allora riservato solo a “Mila e Shiro, due cuori nella pallavolo”.
Oliver Hutton, pivellino con i capelli buffi e un pallone sempre tra i piedi, appena arrivato in città si permette di sfidare Benjamin Price, un giovane portiere, bravissimo e con la puzza sotto il naso. Scena clou di una prima puntata datata 19 luglio, alla quale seguiranno tanti altri pomeriggi di un’estate diventata d’un tratto “speciale”.

Campi chilometrici e partite interminabili. Da una metà campo all’altro potevano esserci due climi e diverso fuso orario per quanto tempo si impiegava ad arrivare all’altra metà campo e i canonici 90 minuti bastavano a malapena per una giocata, che andava ben oltre ogni legge della fisica e Holly e gli altri avevano tutto il tempo pure per due minuti di flash back qua e là.

Oliver Hutton come Topolino.

Lo puoi amare o odiare per la sua aria da perfettino. Campione in campo e fuori, gentile e corretto con gli amici, il figlio che ogni mamma vorrebbe, salvo per quello schifo di divise infangate che riportava a casa. Il cosiddetto bravo ragazzo da libro “Cuore” e quelli o li odi o li ami alla follia. E anche lì è fortunato il nostro ragazzo e a palpitare per lui, da sempre, fin dalle elementari, l’agguerrita Patty Gatbsy, che scalpita dalle tribune per sostenere Holly e la New Team Sporting Club e lui a malapena se la fila. Roba da diventare ultra della Muppet o entrare in un centro di riabilitazione, se non fosse poi arrivato il tanto atteso lieto fine. Ma si sa, i nostri cartoni per quanto spietati e strappacuore, un lieto fine non lo negavano mai. Forse è per questo che a distanza di 30 anni ci fanno battere ancora il cuore e le note della versione italiana delle sigle ci cullano dolcemente.
Ma poi, dai, come fai a non amare un cartone animato in cui anche se sei un Bruce Harper qualsiasi, alla fine conquisti addirittura il Mondiale con la maglia del Giappone! E non importa se i Gemelli Derrick avevano la catapulta infernale e Mark Lenders, il “tiro della tigre” che bucava la rete, mentre Bruce beccava palloni in faccia ogni due puntate. Ti insegna che c’è un riscatto per tutti e un’infanzia da sfigato si può trasformare in una grande avventura!

Perciò, in alto i bicchieri dei nostri apericena! Buon Compleanno, Holly e Benji!

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi