Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bpost si è separata dal suo CEO per la seconda volta in due anni

La rottura con Dirk Tarries è stata registrata dopo che sono stati notati abusi nel franchise di distribuzione dei giornali.


Articolo riservato agli abbonati

Giornalista presso il Dipartimento di Economia

Tempo di lettura: 4 minuti

IlI CEO di certo non durano a lungo su bpost. Questo venerdì, mentre l’azienda deve affrontare un picco di attività alla fine dell’anno, il suo consiglio di amministrazione ha deciso di interrompere la collaborazione con Dirk Tirez. La rottura è stata fatta “di comune accordo e senza pagamento di indennizzo”, come precisato dal presidente del consiglio, Audrey Hannard. È stato alla guida di bpost solo per un anno e mezzo e succede a Jean-Paul van Avermaet, lui stesso CEO da poco più di un anno. L’instabilità ai vertici dell’azienda è particolarmente dannosa in un momento in cui bpost deve essere completamente riorganizzata per far fronte a un forte calo dei volumi di corrispondenza.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Con questa offerta, goditi quanto segue:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli, file e rapporti della redazione
  • Il giornale in versione digitale
  • Lettura confortevole con annunci limitati

READ  Prix ​​​​de l'énergie: les panneaux solaires sont-ils sinonimo di bonne affaire?