Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Borsa di Parigi: fuochi d’artificio a luglio

Gli investitori possono ringraziare luglio 2022, che consente loro di mitigare la scarsa performance accumulata durante la prima metà dell’anno. In Europa, l’indice generale Stoxx Europe 600 ha recuperato il 7,6%, il miglior risultato mensile da novembre 2020. Gli indici nazionali più ciclici come il francese CAC40 hanno registrato una performance migliore (+8,9%), mentre gli indici più difensivi come lo svizzero SMI non hanno raggiunto la media (+ 3,8%). Il motivo è molto semplice: i cicli della tecnologia, dell’industria e dei consumatori sono decollati di nuovo, lasciando a bada salute e finanza. Potresti anche trarne vantaggio perché, statisticamente, agosto e settembre sono in media i mesi meno produttivi dell’anno per uno Stokes Europe 600. Un po’ di musica per festeggiare luglio con dignità?.

Negli Stati Uniti, la performance del settore è distribuita più o meno allo stesso modo, tanto che l’indice Nasdaq 100, ricco di tecnologia, ha riguadagnato il 12,5%. Dobbiamo tornare ad aprile 2020 per trovare un mese più adatto. L’S&P500 più diversificato è in rialzo del 9%.

La ripresa del mercato si è basata su una serie di elementi un po’ traballanti, che insieme hanno finito per dare forma a qualcosa di più solido. Gli investitori sembrano aver superato il punto in cui vedono tutto in nero. Il che significa che stanno iniziando a vedere un bicchiere mezzo pieno invece di un bicchiere mezzo vuoto su tutto. Hanno valutato il ciclo di rialzo dei tassi della Fed e il rallentamento in corso nell’economia generale. Scoprono inoltre che la maggior parte delle aziende è ancora in grado di trasferire i propri maggiori costi al consumatore. E queste valutazioni sono meno deliranti di sei mesi fa, anche alla luce di risultati meno dinamici rispetto ai trimestri precedenti. Tutto ciò è ancora molto fragile e l’impatto delle forze macroeconomiche all’opera, penso soprattutto all’inflazione o alle interruzioni dell’energia e del clima, è molto difficile da quantificare.

Ma nel “ciclo shock”, il mercato ha smesso di negare la notizia positiva, che è già un’enorme mossa rialzista rispetto alle settimane precedenti. Basta guardare l’accoglienza molto calorosa data la scorsa settimana dai risultati di Apple o Amazon quando erano molto lontani dai soliti standard per le due società per capire che qualcosa è successo.Qualcosa è nella mente degli investitori di recente. Investitori che hanno trovato conforto nei numeri deboli del PIL nel secondo trimestre degli Stati Uniti. Il loro spirito animale li porta a pensare che la Fed potrebbe entrare e giocare di nuovo al pompiere ponendo fine alla sua politica anti-inflazione prima del previsto, per ridare slancio all’economia. Gli investitori hanno perso la testa? Questo è il tema della seconda canzone della giornata.

ciclo d’urto

Per iniziare la settimana, sappiate che Joe Biden non si è finalmente ripreso dal Covid e che la presidente della Camera democratica, Nancy Pelosi, sta iniziando un tour in Asia. Si dice che attraversi Taiwan, il che ovviamente porterà a nuove tensioni con la Cina. Nella scheda macroeconomica giovedì troveremo la decisione della Banca d’Inghilterra sui tassi di interesse e venerdì i dati sull’occupazione negli Stati Uniti per luglio. Questo fine settimana, la Cina ha pubblicato dati sull’attività manifatturiera deboli per luglio. Benvenuti ad agosto in musica.

READ  Le vendite di Tesla si stanno già avvicinando a 1 milione all'anno

Ci sarà un’altra grande serie di risultati aziendali questa settimana, di cui circa 60 per un valore di oltre $ 50 miliardi. In Europa, dopo HSBC e Heineken questa mattina, seguiranno BP Plc, AXA, Siemens Healthineers, BMW, Novo Nordisk, Bayer e Allianz. Negli Stati Uniti sono particolarmente attesi PayPal, Costco, CVS Health, Eli Lilly, Amgen o ConocoPhillips.

I principali indici europei sono ribassisti stamattina, così come quelli del mercato statunitense. Forse dovremmo assorbire i recenti guadagni. In Asia, Tokyo e Sydney hanno guadagnato lo 0,6% in chiusura. La Cina continentale è in aumento, ma Hong Kong sta perdendo alcuni dei suoi guadagni. L’indice di volatilità VIX è sceso a 21 punti, cosa che non gli succedeva dallo scorso aprile. Segno che c’è un po’ meno tensione sul mercato. Il CAC 40 ha perso lo 0,11% a 6.441 punti in apertura.

I grandi eventi economici di oggi

I PMI manifatturieri di luglio sono in programma per le principali economie, tra cui l’Eurozona alle 10:00 e gli Stati Uniti alle 15:45. Dall’altra parte dell’Atlantico, ci sarà anche la spesa ISM per la produzione e l’edilizia (16:00). L’intero macro-diario è qui. La Cina ha annunciato che il PMI manifatturiero ufficiale è tornato in territorio di contrazione a luglio a 49 punti, al di sotto delle aspettative (50,3). Il Caixin PMI, che contiene più società private, è peggiorato a 50,4 punti ma è rimasto in territorio di espansione.

L’euro è cambiato poco a 1.0228 USD. Un’oncia d’oro è a $ 1.761. Il petrolio è in calo rispetto alla settimana precedente, con il greggio Brent North Sea a $ 102,90 al barile e il greggio WTI light sweet a $ 97,30. prestazione debito degli Stati Uniti In 10 anni si è attestato al 2,66%. Bitcoin viene scambiato intorno a $ 23.400.

READ  Ecco perché il "McDonald's russo" è finito...senza patatine fritte

Cambiamenti importanti nelle raccomandazioni

  • Ageas: HSBC passa da holding a buy, puntando a 50 euro.
  • Air France-KLM: HSBC passa dalla sospensione all’acquisto, puntando a 1,60 euro.
  • Amundi: Credit Suisse ha alzato il prezzo obiettivo da 52€ a 60€.
  • Anglo American: JP Morgan passa da neutrale a sovrappeso, puntando a 3850 GB.
  • Arkema: Berenberg resta in buy side con target price in ribasso da 152€ a 131€.
  • Sistemi BAE: Jefferies rimane alto con l’aumento dell’obiettivo da 945 a 960 GB.
  • BNP Paribas: Jefferies rimane lungo con un target ridotto di 73-72 EUR.
  • Croda: Berenberg rimane un acquisto con un target di prezzo compreso tra 90 e 84 GBp.
  • Diageo: Berenberg rimane con un obiettivo di lettura compreso tra 3900 e 4160 GBp.
  • Hermes: Citigroup alza il target price da 1213 a 1366 euro.
  • Inficon: Research Partners continua a tenere con un obiettivo ridotto da 910 a 850 franchi svizzeri.
  • Ipsen: Berenberg resta da mantenere con l’obiettivo di prezzo aumentato da 98 a 102 EUR.
  • Jet2: HSBC passerà dall’acquisto al mantenimento, puntando a 970 Gbps.
  • Kerry: Berenberg resta long con target price in rialzo da 124€ a 128€.
  • Renault: Jefferies resta dalla parte degli acquisti con l’obiettivo di prezzo aumentato da 40 a 43 euro.
  • Rheinmetall: HSBC sta passando dalla detenzione all’acquisto, puntando a 242€.
  • Safran: Jeffries deve ancora essere trattenuto con l’obiettivo di portarlo da 100€ a 106€.
  • Risultato SE: Jefferies tiene con il prezzo obiettivo in ribasso da € 26,50 a € 17,50.
  • Securitas: JP Morgan passa da sottopeso a neutrale puntando alla sua SEK.
  • Siltronic: Jefferies resta lungo con il target aumentato da 110 a 115 euro.
  • STMicroelectronics: Citigroup ha alzato il suo target di prezzo da 44 a 52 EUR.
  • Orphan Biovitrum svedese: Morgan Stanley riprende il monitoraggio dell’aumento di peso con l’obiettivo di SEK 280
  • Swiss Re: JP Morgan rimane neutrale con un taglio target di CHF 100-80.
  • Tokmanni: le azioni SEB passano da hold a buy con target 16€.
  • Torre Eiffel: il Kepler Cheuvreux deve ancora essere mantenuto a un prezzo obiettivo ridotto di 27-23 euro.
  • Umicore: Jefferies continua a sottoperformare con l’obiettivo aumentato da 26 a 27 EUR.

in Francia

Annunci importanti (e meno importanti).

  • Le immatricolazioni di auto nuove sono diminuite del 7,06% a luglio in Francia, secondo la PFA.
  • Saint-Gobain completa l’acquisizione di Kaycan.
  • Vinci acquista il 29,9% di Fintech Advisory nell’operatore aeroportuale messicano OMA per 815 milioni di dollari.
  • Ipsen sigla una partnership con Marengo Therapeutics in immuno-oncologia. Il laboratorio acquisisce i diritti esclusivi su un inibitore sperimentale di ERK nell’ambito della sua partnership di ricerca con AGV Discovery.
  • Fitch ha abbassato l’outlook del rating BB+ di Faurecia da stabile a negativo.
  • Moody’s potrebbe declassare Eutelsat Baa3 dopo l’accordo OneWeb.
  • ICAD firma un accordo per la vendita di un edificio a Nanterre.
  • I risultati semestrali di Bolloré sono in forte aumento.
  • Innate Pharma e AstraZeneca non hanno utilizzato monalizumab con cetuximab nella fase III.
  • Peugeot Invest ei suoi partner vendono 13 navi portarinfuse.
  • Gascogne ha firmato un prestito sindacato di 126,8 milioni di euro e un contratto di prestito di 50 milioni di euro con la Banca europea per gli investimenti.
  • Uniti rafforza la partnership con PGIM Real Estate.
  • PCAS, NSE, DLSI, Algreen, Cnova, ST Dupont, Finatis, Delfingen, Courtois, MG International, Carpinienne, Foncière Euris… hanno pubblicato i loro conti.

Nel mondo

Annunci importanti (e meno importanti).

Lezioni