Febbraio 5, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bolsonaro lascia il Brasile prima della fine del suo mandato

Dalla vittoria di misura di Lula, suo nemico giurato, il 30 ottobre, Jair Bolsonaro ha vissuto quasi in isolamento a Brasilia e si è chiuso nel silenzio, dando vari segni di depressione.

Tempo di lettura: 2 minuti

ilDiversi media hanno riferito che il presidente di estrema destra Jair Bolsonaro ha lasciato il Brasile per gli Stati Uniti venerdì, due giorni prima della fine del suo mandato e dell’inaugurazione del suo odiato successore di sinistra Lula a Brasilia.

Pertanto, Bolsonaro, che non si è congratulato con Luiz Inácio Lula da Silva per la sua vittoria, non dovrebbe essere presente domenica alla cerimonia di insediamento del nuovo presidente a Brasilia, che ha dovuto indossare con la fascia presidenziale secondo il protocollo.

L’emittente nazionale RNR ha annunciato che il vicepresidente Hamilton Mourao assumerà la carica di presidente e parlerà sabato sera.

Dopo aver salutato i sostenitori in diretta sui social media, ma senza menzionare la partenza, secondo quanto riferito da O Globo Media, Jair Bolsonaro è salito a bordo di un aereo dell’Air Force intorno alle 14:00 (17:00 GMT), ha riferito la CNN.

“Sono in viaggio, tornerò presto”, ha detto il capo di stato di estrema destra alla CNN Brazil.


Leggi anche
Brasile: Lula, presidente eletto, torna indietro nella storia e sostiene ‘pace e unità’

Un corteo di auto presidenziali ha lasciato il complesso della sede ufficiale di Alvorada a Brasilia, ha osservato un fotografo dell’AFP, senza poter confermare che Bolsonaro fosse in uno dei veicoli.

La Segreteria Generale della Presidenza della Repubblica ha autorizzato la partenza dal territorio dei responsabili della sicurezza del “futuro ex presidente” in viaggio a Miami “dal 1 gennaio al 30 gennaio 2023”, secondo la Gazzetta Ufficiale . Venerdì.

Deve essere la prima volta dal 1985 che un presidente brasiliano uscente decide di non cedere il manto presidenziale al suo successore.


Leggi anche
Perché al Brasile manca Neymar più del contrario

Quell’anno, il generale João Figueiredo, ultimo presidente della dittatura militare instaurata nel 1964, rifiutò di partecipare alla cerimonia di insediamento del suo successore, José Sarney.

Dalla vittoria di misura di Lula, suo nemico giurato, il 30 ottobre, Jair Bolsonaro ha vissuto quasi in isolamento a Brasilia e si è chiuso nel silenzio, dando vari segni di depressione.

READ  Guerra in Ucraina: il punto è il 31 dicembre, con i presidenti che complottano per se stessi nel 2023