Maggio 17, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Blue Monday’, soprannominato il giorno più buio dell’anno: perché non fare la fototerapia?

Il 17 gennaio è il terzo lunedì di gennaio, ora chiamato “Blue Monday” ed è anche conosciuto come il giorno più cupo dell’anno. Per rimediare a questo, perché non iniziare la fototerapia?

La mancanza di luce può influenzare il morale. Il blues invernale colpisce fino a un quarto della popolazione. La vera depressione stagionale colpisce solo il 2% circa delle persone. La differenza tra i due è la gravità dei sintomi: stanchezza, tristezza, ipersonnia, pensieri oscuri e difficoltà di concentrazione.

Non esiste una soluzione radicale contro la mancanza di luce in inverno. A parte la fototerapia, i più colpiti. La fototerapia è principalmente per le persone che hanno un orologio biologico sfasato, come ad esempio dopo il jet lag. In inverno, è anche per chi soffre di depressione stagionale. Prima di iniziare la fototerapia, si consiglia di parlare con il proprio medico, psichiatra o specialista del sonno, per essere adeguatamente supervisionati e monitorati.

Il nostro giornalista Bernard Lubett ha chiesto al pneumologo e dottore del sonno Alfred Femal in cosa consiste effettivamente questo tipo di terapia: “Queste sono lampade che danno un’elevata luminosità con tutto lo spettro di luce incluso nell’arcobaleno. Queste lampade sono disponibili in commercio a prezzi molto ragionevoli. Queste lampade dovrebbero essere usate non appena ti svegli. Per 20-30 minuti, mettilo da parte a colazione e idealmente è provare ad applicarlo tutti i giorni per un po ‘. 15 giorni, fino a quando non potrai dimostrarne l’efficacia”, Specialista dettagliato.

READ  L'Ucraina afferma que la Russie an accepté oralement les propositions de Kiev