Agosto 11, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bing Shuai rompe il silenzio, la WTA ribadisce la sua preoccupazione

All’inizio di novembre, in un messaggio pubblicato sul social network cinese Weibo, rapidamente scomparso, Peng Shuai descriveva una relazione sentimentale onesta ma frustrante con l’ex vice primo ministro cinese Zhang Gaoli.

Il giocatore in particolare ha menzionato di aver fatto sesso “forzato” con il signor Zhang, un 40enne sposato, prima e dopo aver assunto una posizione elevata a capo del regime comunista.

Zhang Gaoli dal 2013 al 2018 è stato uno dei sette politici più potenti della Cina.

Il messaggio è stato subito cancellato dalla censura cinese e l’ex numero uno al mondo di doppio non si è presentato in pubblico per diverse settimane, suscitando preoccupazione nel mondo dello sport, nelle Nazioni Unite e in molti Paesi tra cui Stati Uniti e Francia.

Con la crescente pressione internazionale sulla Cina, i giornalisti cinesi hanno cercato di rassicurare pubblicando immagini di Peng Shuai.

È stata pubblicata anche una copia di una mail attribuita al giocatore che riportava “Va tutto bene”.

Ma l’autenticità dei documenti ha reso scettico il WTA.

L’organizzazione aveva cancellato tutti i suoi tornei in Cina all’inizio di dicembre, chiedendo un’indagine trasparente sulle presunte accuse di stupro di Peng Shuai.

“malinteso”

Nel suo primo discorso pubblico dopo il caso, la giocatrice ha confutato qualsiasi aggressione sessuale.

“Innanzitutto voglio sottolineare un punto molto importante: non ho mai detto né scritto che qualcuno mi abbia aggredito sessualmente”, ha detto Peng Shuai a Lianhe Zaobao di Singapore, quotidiano pubblicato in cinese ma inaccessibile in Cina, a margine di un evento sportivo . Domenica a Shanghai.

L’eroe, che indossava una camicia rossa e una giacca nera, ha aggiunto durante un’intervista filmata su un telefonino, che ci sono state “molte incomprensioni” su una questione “privata”.

READ  Morto Peng Shuai: WTA cancella tutti i tornei in Cina

Un giornalista cinese del quotidiano nazionale Global Times ha pubblicato su Twitter un nuovo video del giocatore.

La serie di sette secondi ha mostrato che l’ex giocatore n. 1 di doppio stava parlando con l’ex stella NBA Yao Ming.

Twitter è un social network vietato in Cina e accessibile solo a persone con un programma di bypass simile a una VPN.

Ma negli ultimi anni, diversi diplomatici cinesi e media statali hanno creato account lì per difendere, a volte con insistenza, il punto di vista della Cina.

‘seri dubbi’

Lunedì la WTA ha ribadito la sua “preoccupazione” per Peng Shuai.

“Queste apparizioni (pubbliche) non attenuano le preoccupazioni della WTA sulla sua sicurezza e capacità di comunicare senza censura o coercizione”, ha affermato l’organizzazione in una nota.

All’inizio di dicembre, la WTA ha cancellato tutti i suoi tornei in Cina e ha chiesto un’indagine trasparente sulle accuse del giocatore.

L’autorità ha poi chiarito che questa iniziativa è stata presa a causa dei continui “seri dubbi” sulla libertà di movimento del giocatore, secondo il suo presidente, Steve Simon.

Peng Shuai ha confermato domenica al quotidiano Lianhe Zaobao di essere libera.

Fin dall’inizio, la questione è stata completamente nascosta dai media cinesi. I monitor stanno raddoppiando i loro sforzi per cancellare ogni riferimento allo scandalo sui social media.

Pertanto, la maggior parte dei cinesi non è a conoscenza dello scandalo e dei vari colpi di scena di questo problema, soprattutto perché la maggior parte dei siti Web di media stranieri sono bloccati in Cina.

Ma le informazioni vengono comunque diffuse tramite messaggi privati ​​e passaparola.