EVIDENZA Le ricette della Finanza Programma

Banconote e igiene: importante lavarsi le mani. Sempre

Continuiamo a parlare di banconote e, visto il triste momento che stiamo attraversando, focalizzeremo la nostra attenzione su quanto soldi e banconote possano non rappresentare il massimo dell’igiene.

Il denaro, infatti, non è certo famoso per la pulizia.

I soldi passano da una mano all’altra e sono conservati in luoghi differenti, quindi le condizioni igieniche che incontrano i denari di cui entriamo in possesso variano, non sono tracciabili e potenzialmente potrebbero portare microbi.

Ecco perché sembra che sia in procinto di partire, da parte della Banca d’Italia, un processo di sanificazione del denaro circolante nella penisola.

In particolare, la Banca centrale mantiene nei propri depositi per qualche giorno le banconote vecchie e sporche al fine di sanificarle per poi avviarle dopo (pare) una decina di giorni alla lavorazione di standard che decide la sorte della banconota vecchia, ovvero se questa può continuare a circolare, magari con qualche intervento di restauro o se dovrà andare al macero.

Sia chiaro che quest’azione prescinde dalla situazione del momento ed è stata la Banca Centrale Europea stessa a dichiarare pubblicamente nei giorni scorsi che il virus Covid-19 non può depositarsi sui biglietti e sulle monete. Tuttavia, una pulizia delle banconote, che magari contengono altri germi, non è certamente una cattiva idea.

A questo, poi, si deve aggiungere che l’Italia è il primo paese europeo per la circolazione del contante e quindi, fino a quando le carte di pagamento e gli altri strumenti di moneta elettronica, non avranno il sopravvento sul contante, è bene prendere tutte le precauzioni possibili.

L’Italia è uno dei pochi paesi al mondo, insieme alla Cina ed alla Corea del Sud, che ha una procedura per il controllo sanitario del denaro circolante.

In Cina, in particolare, da metà dello scorso mese di gennaio, è stata emanata una normativa in base alla quale le banche, prima di immettere in circolo il denaro, devono sterilizzarlo mediante raggi ultravioletti e alte temperature.

Gli Stati Uniti, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, hanno preso di mira i vecchi dollari provenienti dall’Asia che, una volta arrivati nel paese vengono messi in quarantena presso i depositi della Federal Reserve.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, interpellata sul problema, ha definito molto basso il rischio di poter essere contagiati dal Coronavirus maneggiando banconote.

Per concludere ed essere realistici: non occorre fare il bucato dei soldi che abbiamo in tasca, quello che si deve fare è semplicemente lavarsi bene le mani dopo aver toccato il denaro.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi