Dicembre 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Avrà un candidato liberaldemocratico”.


Le tensioni all’interno del MR sono tutt’altro che dimenticate. L'”Affare Kroc” continua a fare scalpore all’interno del partito. Il deputato federale ed ex ministro Denis Ducarme, il candidato sconfitto contro Georges-Louis Bouches alle elezioni presidenziali del partito di fine 2019, ha annunciato in un’intervista al ministero della Salute, lunedì sera, che sta già valutando la successione del festa. Presidenza del partito alla fine del 2023.

“Mi impegno a continuare a sostenere i valori che sono più popolari, più democratici, più orientati alle pari opportunità, alla neutralità dello Stato e alla difesa del potere d’acquisto. I valori che sono sempre stati sostenuti dalla corrente liberale. I Voglio avere un appuntamento e dire loro che alla fine del mandato di George Louis Bushes ci sarà un candidato liberaldemocratico o social liberale.Denis Ducarme sarebbe un candidato?” Potrebbe essere qualcun altro. Rispondere.

L’ex ministro federale non condivide certe posizioni della sua testa. “Un movimento non è un movimento di destra, è un movimento che si è sempre spostato dal centro verso destra”, spiega Denis Ducarme ai nostri colleghi.

READ  Garry Kasparov: la vittoria finale dell'Ucraina potrebbe essere un ko per Putin