Agro Nocerino Politica

Autunno caldo per la politica nocerina. Civici e centristi a sostegno di Torquato

Civici

 “Si aspettano fatti, non polemiche o beghe di palazzo”. Dura reazione dei civici e centristi sui Democratici. Ma i centristi non sono compatti.

L’addio in assise dalla maggioranza del Partito Socialista, il “ma che c ne fott” del sindaco Manlio Torquato, la richiesta di chiarimento mossa dai democratici e dall’ala politica di Campania Libera, hanno accesso improvvisamente lo scenario politico a Palazzo di Città. Dura e critica la posizione espressa dai civici “Moderati”, “Uniti” e “Torquato Sindaco”, e dai centristi dell’UDC. Riportiamo la loro presa di posizione. Ma in serata la replica del direttivo dei Moderati: “Presa di posizione che non rientra nella linea politica intrapresa”.

Nocera Inferiore.  “Riteniamo doveroso intervenire rispetto a quanto dichiarato dal Partito Democratico e Campania Libera nei confronti del sindaco Torquato, in risposta ad un suo intervento in difesa delle ragioni dell’amministrazione. I nocerini si aspettano fatti “non polemiche o beghe di palazzo”, dice il Pd/Campania Libera. Vero. Ma siamo noi a chiederlo. Fognature assenti, fiumi ancora inquinati, strade provinciali piene di fossi (come a Fiano), scuole provinciali ridotte male e in cui non si riparano neppure i bagni ( come al Liceo Vico). Il Consorzio che non pulisce i nostri fiumi neppure dai canneti, in attesa delle prossime esondazioni. Le nostre nuove aree industriali che fanno difficoltà a partire perché non si sa come e quando la Regione realizzerà le fogne. Per non parlare di Montevescovado. Sono queste le “provocazioni” del sindaco di cui il Pd si duole? Di questo i “democratici” dovrebbero preoccuparsi, anziché chiedere al sindaco se si candida o no… Se sta col “centrosinistra” o no. Perché finora nessuna soluzione è stata avviata da parte degli Enti, regionali, provinciali o consortili, pur retti da loro uomini. Il sindaco e la sua amministrazione che, nello scorso mandato, han ripianato i debiti, fatto la nuova pianificazione urbana, avviato l’ampliamento dei lotti industriali, riqualificato la città per opere che andavano completate da anni: dal Palasport a piazza del Corso, che ha avviato il rinnovo del personale dopo decenni, non può essere il parafulmine di tutto e di tutti. O di un partito. L’Amministrazione comunale è retta da un sindaco civico, a guida di una coalizione in cui la rappresentanza civico e centrista è ampiamente maggioritaria, la cui priorità è la soluzione dei problemi, dare forza alla nostra città. Questa non altra, dovrebbe essere quella di tutti i gruppi consiliari”.

In serata la smentita del coordinatore della lista civica “Moderati per Torquato” che si dissocia dalla presa di posizione presa dai civici in giornata, nel quale rientra un esponente dei “Moderati” che siede negli scranni della maggioranza.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+