fbpx
Campania EVIDENZA

Assostampa Valle del Sarno, a tu per tu con la presidente Barbara Ruggiero

assostampacampaniavalledelsarno

Assostampa Valle del Sarno rinnova i vertici associativi. Dopo Salvatore Campitiello arriva alla presidenza Barbara Ruggiero

Un nuovo consiglio direttivo e una nuova presidente ad Assostampa Valle del Sarno. E’ Barbara Ruggiero, classe 1982, giornalista pubblicista, con un lungo percorso di studio e professionale.

Dopo la laurea in scienze della comunicazione arriva l’esperienza formativa all’AGCOM e la collaborazione come corrispondente e giornalista per diverse testate tra cui Salerno Sera, senza mai dimenticare la sua grande passione per la Paganese Calcio su cui ha scritto un libro, insieme ad altri colleghi giornalisti.

Un incarico che segue quello di segretaria per Assostampa Valle del Sarno nata nel 2010 a Nocera Inferiore. Una associazione che in meno di dieci anni ha raccolto intorno al suo tavolo oltre 300 soci tra giornalisti pubblicisti, professionisti, operatori della comunicazione e da poco anche scrittori.

Barbara Ruggiero, alla sua prima intervista, pesa bene gli argomenti e le parole come un presidente di lungo corso.

Qual è la mission principale di Assostampa Valle del Sarno?

La nostra associazione è formata da oltre 300 soci, più diversi simpatizzanti provenienti dalle province di Napoli e Avellino. La nostro mission principale è tutelare la categoria dei giornalisti, in modo particolare quelli mal pagati o, peggio ancora, non pagati. E’ un nostro impegno provare a tutelarli.

Cosa vuol dire essere giornalista oggi?

Il nostro lavoro è dire la verità e informare l’opinione pubblica. Il ruolo di “cane da guardia” come riportato in diversi manuali di comunicazione giornalistica, è più rilevante e importante che mai. Essere credibili per i nostri lettori è un aspetto fondamentale per questa professione.

Quali sono gli impegni futuri di questa associazione? E quali quelli da presidente, dopo il percorso avviato dall’ex presidente Campietiello, fondatore dell’associazione?

Salvatore Campitiello è stato il fondatore di questa associazione. Ricordo che se ne parlava già negli anni ’90, ma non si riusciva mai a fare il grande passo. Salvatore ha avuto il merito di metterci tutti insieme.

Il nostro primo impegno come comitato e poi il mio come presidente è continuare l’attività formativa sul territorio gratuita per i colleghi; attività svolta con il contributo e la collaborazione dell’ODG Campania e dell’Ordine nazionale. Inoltre intendiamo ravvivare l’aspetto culturale dell’associazione con incontri, attività ed eventi che mettano l’informazione al centro. Più si fa informazione e più la si tutela.

Altri impegni?

Di sicuro continuare ad organizzare il Premio Castellano, che ci vede impegnati nella premiazione di giornalisti del territorio che si sono distinti per il lavoro svolto durante l’arco dell’anno.

Ti aspettavi di ricevere un incarico di questo tipo?

Assolutamente no. Ho svolto il mio ruolo di segretaria con impegno e passione. Non mi sarei mai immaginata di ritrovarmi presidente. Il mio impegno per l’associazione e per i colleghi è diretto a fare rete prima nella nostra categoria e poi sul territorio. La rete è essenziale per conoscere e farsi conoscere.

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi