Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Areej: Questa dottoranda difenderà la sua tesi in quattro lingue a Barcellona

di base
Per il suo dottorato di ricerca internazionale a Barcellona, ​​​​Juliette Pedrosiantz, una studentessa di Lapin in Ariège, sta studiando gli effetti dell’inquinamento sul pesce zebra. Un soggetto ideale per lo studio, in quanto condivide il 70% del suo genoma con l’uomo.

Nonostante le ferie di fine anno, Juliette Pedrosiantz, dottoranda in neuroscienze e tossicologia ambientale, continua a lavorare. Mentre passava per il suo villaggio natale di Labin, in Ariège, ha iniziato a scrivere la sua dissertazione, che difenderà quest’anno. La giovane donna ha fatto tutte le sue lezioni tra Aude e Ariège. Il college è a Chalabre e il liceo a Mirepoix. Ma la campagna non è stata un ostacolo ai suoi studi, anzi!

Dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica con specializzazione in Scienze della Vita e della Terra, Dipartimento di Matematica, conseguito con lode, è entrata a far parte della preparazione veterinaria di Auzeville-Tolosane (Haute-Garonne), poi Università Paul-Sabatier di Tolosa. Ha conseguito la laurea triennale in Scienze della vita, biologia cellulare e fisiologia. Ha continuato a studiare con un master in Biologia e Salute e ha dichiarato Integrative Biology and Toxicology.

Dopo Areej, Tolosa, Barcellona e Bordeaux

Dopo uno stage Erasmus a Barcellona (Spagna), ho deciso di unirmi al prestigioso centro di ricerca IDAEA-CSIC, l’equivalente spagnolo del Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica (CNRS), il cui scopo è diagnosticare gli effetti dell’inquinamento di acqua, aria e suolo . “Abbiamo a cuore l’acqua che bevi e l’aria che respiri!” Questo centro di ricerca nazionale ha uno status riconosciuto di eccellenza e le sue pubblicazioni sono seguite in tutto il mondo.

La giovane ricercatrice ha portato avanti le sue ricerche lì per 5 anni. “Stiamo valutando i rischi tossicologici di sostanze chimiche e droghe, studiando il comportamento di zebrafish, daphnia o daphnia”.

READ  Sanità, Debito, Orpea: Il Piano Viaggi

Dottorato di ricerca internazionale

Per il suo dottorato di ricerca internazionale, Juliette beneficia di una partnership tra l’Università di Bordeaux (Gironda) e l’Università Autonoma di Barcellona. Presenterà quindi la sua tesi in quattro lingue: francese, spagnolo (o castigliano), catalano e inglese. In questa ricerca, Juliet ha già pubblicato decine di articoli che parlano degli effetti di pesticidi e sostanze chimiche sugli organismi viventi.

Ad esempio, il noto erbicida glifosato, meglio conosciuto come arrotondare. “Abbiamo scoperto, dopo un anno di ricerche sugli organismi acquatici, che questo prodotto provoca disturbi comportamentali, che influiscono sulla capacità di sopravvivenza dell’animale”.

Zebrafish, il soggetto di studio ideale

I pesci zebra sono studiati in medicina per la ricerca sulle malattie neurodegenerative o sul cancro. “È un soggetto ideale per lo studio perché condivide il 70% del suo genoma con gli umani. Pertanto, le conclusioni della ricerca sono applicabili a tutti gli organismi, inclusi gli umani!”

Lo studente dell’Ariège partecipa anche ad attività di divulgazione scientifica per bambini e adulti, tra cui recentemente l’International Science Festival. “Per me, la parte più importante della ricerca è comunicarlo.”

Il dottorando partecipa anche alla divulgazione della scienza.
DDM