Agro Nocerino Ambiente Cronaca EVIDENZA video

Aquamunda Uniti per il Sarno: flashmob in piazza a Nocera Inferiore

Aquamunda Uniti per il Sarno, il nuovo progetto ambientalista in piazza a Nocera Inferiore per risvegliare le coscienze.

Un concreto impegno per rivitalizzare il fiume più inquinato d’Europa. Aquamunda Uniti per il Sarno ha tenuto questa sera un flashmob in piazza Diaz, per risvegliare le coscienze dei cittadini.

Ore 19.30. Davanti a Palazzo di Città si schierano decine di attivisti. Chiedono di fermare lo sversamento di veleni nel Sarno. Un flashmob intriso di significati.

Tutti riuniti nella piazza principale della città capofila dell’Agro, a simboleggiare l’impegno dell’intera comunità.

La maglietta bianca simboleggia la pulizia del fiume e delle istituzioni preposte a vigilare sulla sua rinascita.

Tutti in silenzio, perché adesso occorrono risposte da istituzioni e dagli organi deputati a vigilare e fermare chi avvelena il fiume.

Al termine del flashmob, quindi, il suono di una sveglia, appunto per risvegliare le coscienze di tutti sull’atavico problema dell’inquinamento del Sarno.

«Uniti per il Sarno. Se non ora, quando?» la frase, scandita tre volte dai partecipanti, per richiamare a un impegno più attivo tutti i cittadini. Un impegno come quello preso da chi, nei giorni scorsi, aveva segnalato uno dei tanti scarichi illeciti nel fiume, poi scoperto e bloccato dai Carabinieri Forestali a Sarno.

Il sostegno dell’amministrazione comunale di Nocera Inferiore

L’amministrazione guidata da Manlio Torquato ha espresso sostegno e vicinanza alle associazioni riunite sotto la sigla Aquamunda. La battaglia per il disinquinamento del Sarno è quindi una priorità per la commissione Ambiente.

«Grazie al contributo dell’assessorato competente, chiederemo al sostituto procuratore di Nocera Inferiore, al Ministro all’Ambiente e al Ministro della Giustizia di istituire un pool dedicato ai reati ambientali. Un organo che possa operare dunque con la piena disponibilità dei mezzi e delle risorse necessarie per la soluzione di questa battaglia».

Questo dunque il testo redatto da Gennaro Della Mura, presidente della commissione ambiente, unitamente ai commissari di maggioranza Manuela Citarella, Raffaele Salomone, Vincenzo Stile e Antonio Alfano.

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi