HiTech

Apple, a settembre novità per Siri e Apple TV. Arriva Mac Os Sierra e tante nuove App.

“Un atto irresponsabile di terrore e odio”. Con queste parole Tim Cook ha inaugurato la conferenza per gli sviluppatori di Apple a San Francisco, chiedendo un minuto di silenzio per la strage di Orlando, Florida, dove si contano 49 vittime. “La comunità Apple è composta da persone di tutto il mondo, questo ci rende più forti”, ha aggiunto Cook che due anni fa ha fatto ‘coming out’.

Poi prende il via l’evento che ha portato a San Francisco oltre 6mila sviluppatori, tra cui anche tre giovani talenti italiani. Tra le novità l’invasione di Siri: si allarga al Mac, si apre agli sviluppatori, diventa il perno di iOS 10, il sistema operativo per iPhone e iPad atteso in autunno e sbarca anche sulla tv. Poi arrivano i nuovi sistemi operativi per Mac, iPhone, Apple Tv, Apple Watch, Apple Pay che arriva sul web e il restyling di Apple Music

“iOS 10 sarà il maggior aggiornamento di sempre, conterrà 10 elementi nuovi”: lo dice Craig Federighi, senior vice president di Apple. Questa versione è Siri-centrica, con l’assistente vocale che si apre agli sviluppatori: così le applicazioni potranno sfruttarne le capacità di ricerca e di ‘assistenza’ vocale per gli utenti. A sua volta Siri potrà utilizzare le informazioni di contesto e i database delle applicazioni che la integrano: darà suggerimenti “intelligenti” nei messaggi così come fa ‘Allo’, l’app appena lanciata da Google; nelle foto riconoscendo oggetti e volti, “col rispetto della privacy”; nell’agenda e nei contatti. Siri inoltre sbarca su computer Mac con MacOs 10.12.

E l’assistente vocale sarà potenziato anche sulla Apple tv, diventando sempre più sostituto del telecomando. “Siri ha cambiato il modo in cui intergiamo con la tv, basta dire cosa vogliamo guardare e Siri ci sintonizza. Ha cercato 650mila film e show tv, ora può cercare anche su YouTube”, afferma Eddy Cue, senior vice president di Apple.

L’altra novità software annunciata da Cupertino è il nome del nuovo sistema operativo per Mac, che si chiamerà Mac Os Sierra e arriverà in autunno. Mentre il nuovo sistema operativo dell’Apple Watch si chiamerà Watch Os 3, anche questo disponibile dall’autunno. Tra le nuove funzioni per lo smartwatch c’è un pulsante ‘Sos’ che chiama il 911, manda la propria posizione per il soccorso e messaggi; inoltre è stato adattato alle persone con sedie a rotelle, con un algoritmo ad hoc. E c’è pure un’app “Breath”, per rilassare la mente, il corpo, e alleviare lo stress. Le notifiche ricordano di respirare.

Novità anche per Apple Pay, il sistema dei pagamenti di Cupertino, si potrà usare anche dal web (ma non in Italia).E dopo il Regno Unito, in Europa sbarca anche in Svizzera e Francia. “Negli acquisti online sarà possibile usare sui siti il pulsante “Apple Pay”, l’acquisto verrà autenticato con l’impronta digitale da iPhone o con un piccolo tocco sull’Apple Watch”, ha spiegato Philip Schiller, vicepresidente di Cupertino.

Ecco poi il restyling di Apple Music che conta “15 milioni di abbonati”: il servizio di streaming – sostiene Apple – in un anno è diventato il più veloce del suo genere e il più intuitivo.

“Oltre due milioni di applicazioni sono state scaricate 130 miliardi di volte dagli utenti” dall’App Store, il negozio digitale di Apple. Il traguardo è stato annunciato da Tim Cook che ha aggiunto: “L’App Store è partito 8 anni fa con 500 applicazioni e da poco abbiamo toccato un importante traguardo: ora abbiamo superato i 2 milioni di applicazioni disponibili”. Agli sviluppatori, ha aggiunto il Ceo di Cupertino, finora sono andati “50 miliardi di dollari di ricavi” diretti, 10 miliardi in più rispetto ai 40 miliardi che la compagnia aveva annunciato a gennaio”. “Un ringraziamento agli sviluppatori che stanno cambiando il mondo e al team di Apple che lavora su tutto questo”: così Tim Cook ha cocnluso l’evento.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi