fbpx
Attualità EVIDENZA

App per trovare clienti? Ecco fatto

app per trovare clienti

App per trovare clienti, questa una delle maggiori ricerche degli utenti google.

Bene, il fatto che in tanti siano affascinati dal digital e che pongano al centro della ricerca le App per trovare clienti fa capire che il mondo digital è in crescita. Ma davvero esistono App del genere?

Certamente, attraverso una accurata analisi si giunge ad una facile ma non tanto scontata conclusione: per prima cosa “la bontà del prodotto”. Che poi esistano delle App per trovare clienti, questo lo scopriremo insieme tra poco.

Per cominciare, così come riportato dalla webzine vitadaimprenditore.it, assodata la bontà del prodotto, è fondamentale non perdere di vista i vecchi, ma digitalizzati mezzi, a disposizione.

Parliamo del buon vecchio passaparola. Un po’ come si faceva un tempo, fino a qualche anno fa, ma un po’ come oggi accade ancora. Avete mai scelto un prodotto a scatola chiusa? Ma certo che no. Esempio lampante è quello delle numerose App o siti web ove è possibile recensire un buon ristorante.

Ovviamente resta fondamentale la bontà delle fonti. Oggi, oltre alle App per trovare clienti che rappresentano la fine della nostra catena, insiste il meccanismo dei Referral Program: è un accordo ove un soggetto (referral), già appartenente ad una community, riconosce una commissione sulle vendite generate all’appartenenza del circuito stesso.

Detto questo possiamo finalmente spostarci sulle nostre App per trovare clienti. Occhio, non basta pigiare un bottone, o giocare con lo smartphone, ricordate che gli strumenti, per quanto avanzatissimi, esigono di cervello, intuito e scaltrezza.

Se infatti queste skills interagiscono in particolar modo con il mondo social, dobbiamo essere bravi a leggere, analizzare dati e poi agire. Da questo punto di vista spiccano alcune App per trovare clienti e determinati Tool: Hootsuite, FanpageKarma ed IGBlade.

Partiamo dalle ultime due. Sono utili, la prima per Facebook, la seconda per Instagram, ad analizzare pagine e profili, comprenderne quindi punti di forza e di debolezza, contenuti più o meno interessanti.

Terminata la fase di analisi ecco che potrete agire. Qui intervengono Hootsuite, Buffer o Later. Ottime per la programmazione dei post, sia per Facebook che per Instagram. Attenzione, la versione free limita il numero di account fruibili, ma vi assicuro che, soprattutto per chi fa dei social il proprio lavoro, i piani in abbonamento sono una manna che cade dal cielo.

Proprio Hootsuit in quel caso vi darà la possibilità non solo di programmare un vero e proprio piano editoriale, ma di raddrizzarne il tiro attraverso l’analisi delle campagne, i dati e gli andamenti.

Allora cosa aspetti… download

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi