Cava de' Tirreni EVIDENZA

Annunci funebri, il Comune registra un buco di 50 mila euro

Annunci funebri

Cava de’ Tirreni. Diritti di affissione non pervenuti: per gli annunci funebri il Comune registra un buco di 50 mila euro

È quanto portato all’attenzione del sindaco Vincenzo Servalli e, più in particolare, dell’assessore con delega al bilancio Adolfo Salsano, dal consigliere Francesco Manzo. A quanto pare, nell’ambito del censimento tutt’ora in corso sulle micro-tasse che riguardano più in generale le affissioni e i passi carrabili, una pagina consistente degli introiti non pervenuti riguarda proprio i manifesti funebri. Una situazione che, ora, sarà oggetto di un apposito tavolo tecnico di coordinamento tra la Polizia Locale, i tecnici dell’ufficio tributi e dell’ufficio urbanistica (e relativi assessori competenti) di Palazzo di Città per cercare di allestire un’azione che sia risolutiva su più fronti. Da un lato, infatti, c’è necessità di capire quali e quanti agenzie di pompe funebri non versano i diritti d’affissione previsti; dall’altro c’è bisogno di maggiori controlli sia sulle tasse non pervenute ma anche sui luoghi e i punti della città in cui l’affissione selvaggia sembra ormai all’ordine del giorno, con manifesti funebri (e non solo) attaccati un po’ dove capita.
«Siamo nella fase conclusiva del censimento avviato lo scorso anno per i controlli su affissioni pubblicitarie e passi carrabili – ha spiegato il consigliere Manzo – e mi è balzata agli occhi questa situazione dei manifesti funebri. Se contiamo che in media, in città, si registrano circa 500 decessi all’anno (con tutto il corredo di manifesti funebri che si producono a ciascun funerale) più le varie occorrenze successive (trigesimi e annualità), il fatto che al Comune manchino quasi 50 mila euro di diritti di affissione per i manifesti funebri è una situazione preoccupante. Per questo ho sollecitato il sindaco Servalli e l’assessore al bilancio Adolfo Salsano a convocare quanto prima un tavolo tecnico per capire in primis perché nelle casse del nostro Ente non arrivano i diritti di affissione. Al di là della questione economica c’è anche il problema del decoro urbano perché i manifesti si affiggono ormai dovunque e, di riflesso, la necessità di maggiori controlli da parte degli organi preposti. Per questi motivi ho chiesto che venga coinvolto non solo l’ufficio tributi, ma anche l’ufficio urbanistica e ovviamente gli agenti della Polizia Locale».

Fasi finali del censimento passi carrabili. Da recuperare oltre 100 mila euro

Nel frattempo è alle battute finali il censimento dei passi carrabili e degli impianti pubblicitari presenti sul territorio comunale. Quasi completata la fase dei rilievi che ha visto in campo una task force composta da personale degli uffici tecnico e tributi, che hanno censito, con una scheda tecnica e fotografica, ogni passo carrabile e ogni singola installazione pubblicitaria. Allo stato, sono stati rilevati 1251 passi carrai e 1671 impianti pubblicitari. La fase di accertamento del pagamento delle ultime cinque annualità ha finora prodotto 1451 atti per i passi carrai, per un importo da recuperare di circa 175 mila euro, di cui sono stati incassati al momento 55 mila euro.
Sono invece 199 gli atti relativi all’ICP (Imposta Comunale Pubblicità) per un recupero di 250 mila euro di cui sono stati incassati 23 mila euro.
«Questa operazione – ha detto il consigliere Manzo – sta mettendo ordine anche in questo settore che porterà al recupero degli anni non pagati e anche a sistemare la selva di impianti pubblicitari senza controllo. Appena sarà redatto il piano generale degli impianti, avvieremo anche un nuovo bando per le assegnazioni degli spazi pubblicitari».

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi