fbpx
Agro Nocerino EVIDENZA Politica video

A Nocera Angrisani e Villani incontrano i cittadini su reddito di Cittadinanza e Quota 100

Illustrati i termini del Reddito di Cittadinanza e Quota 100.

Tanti i cittadini accorsi per il focus di approfondimento su Reddito di Cittadinanza e Quota 100. Tante le domande e i chiarimenti posti ai relatori. L’aula consiliare di Nocera Inferiore ha infatti ospitato le due parlamentari del M5S Luisa Angrisani e Virginia Villani.

Un momento d’informazione voluto e proposto dagli attivisti di Nocera In Movimento. ” Informiamo i cittadini di questa importantissima misura diventata realtà – dichiara Vincenzo Spinelli, consigliere comunale del M5S a Nocera Inferiore. Una misura ampia che vuole favorire l’inserimento lavorativo dell’individuo e che vuole far si che domanda e offerta di lavoro vadano ad incontrarsi”.

“Se lo diciamo lo facciamo. Il reddito di cittadinanza – spiega l’on. Virginia Villani – è una misura trattata in campagna elettorale e a otto mesi dall’insediamento del Governo va a attuarsi questo importante strumento di contrasto alla povertà e di avvio al lavoro. Uno strumento di politica attiva per il lavoro. In corso d’opera si vedranno le criticità e punti da modificare. Ci sarà qualche aggiustamento, ma ora è importante che 5 milioni di italiani potranno beneficiare di questa misura”.

“Finalmente – dichiara la sen. Luisa Angrisani, dopo tante battaglie fatte con i Meetup e in Parlamento, è approdato il reddito di cittadinanza che è una manovra di inserimento nel mondo del lavoro e nel sociale. La mission del Reddito di Cittadinanza è proprio portare l’Italia a livello europeo. Una manovra importante che da una spinta al livello economico interno. Serve questo al nostro Paese”.

Sulla manovra di Governo, il sindaco Manlio Torquato che già in diversa occasione ha avuto modo di esprimere il suo parere favorevole, definendola “una rivoluzione per l’Italia dal punto di vista socio-politico perché introducono un sostegno alle fasce sociali deboli”.

“Con Quota 100, però, – continua Torquato – sono pervenute 14 richieste di pensionamento di alcuni nostri dipendenti comunali e vanno a sommarsi ai pensionamenti naturali. Questo su 260 dipendenti in pianta organica. Chiedo al Governo e ai rappresentati in collegio, di tenere in considerazione le esigenze degli enti comuni e di provvedere a misure volte a nuove assunzioni di nuovo personale. Una situazione che di certo accomuna tanti altri amministratori locali e che vedranno, in breve tempo, uno svuotamento di personale”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi