fbpx
Agro Nocerino Salerno

Angri. Beni confiscati alla criminalità, l’immobile di via Stabia alla Protezione civile

via Stabia

La struttura ospiterà anche le altre associazioni di volontariato che operano sul territorio al fianco della Protezione civile

Angri. Concluso l’iter di assegnazione dell’immobile di via Stabia, confiscato alla criminalità organizzata. Nel pomeriggio di ieri sono state consegnate le chiavi della struttura al personale della Protezione Civile comunale. Nelle prossime settimane il presidio sarà rafforzato con la presenza delle altre forze di soccorso presenti sul territorio, al fine di garantire un migliore coordinamento, ottimizzando interventi e servizi.

“Trasformare un bene sequestrato in un Polo di Protezione Civile era una delle priorità della nostra amministrazione – commenta soddisfatto il sindaco Cosimo Ferraioli – Da ieri il progetto è entrato nella fase operativa con l’avvenuta consegna delle chiavi.  Nasce dunque una base attiva sul territorio comunale, che ospiterà anche le altre associazioni che operano nel campo della prevenzione dei rischi e di sostegno alla popolazione”.

“Abbiamo destinato un bene ad una finalità sociale importante, che permetterà ai volontari un’azione congiunta sul fronte della prevenzione dei rischi naturali – dichiara Caterina Barba, assessore al Patrimonio –   Il Polo di Protezione civile si aggiunge alla Casa Famiglia per Minori che sarà attivata tra breve, mentre per gli ultimi immobili acquisiti a patrimonio comunale, abbiamo già deciso le finalità di utilizzo e nel giro di qualche mese, procederemo alle assegnazioni”.

“Abbiamo risolto una necessità esistente da tempo – commenta Maria Immacolata D’Aniello. assessore alla Protezione Civile – Dare una sede stabile ai volontari della Protezione Civile comunale è stata la priorità su cui abbiamo lavorato, per garantire la nascita di un Polo di intervento sul territorio, mettendo insieme anche le altre realtà associative attive in caso di calamità naturali. Nascerà una sede operativa efficiente che garantirà azione e prevenzione, con la possibilità di organizzare corsi di formazione per volontari e giornate informative per la cittadinanza. Un impegno amministrativo utile a diffondere la conoscenza dei rischi e le azioni di salvaguardia da adottare in caso di emergenza”.