EVIDENZA Salerno

Angri: beni confiscati alla criminalità organizzata destinati a casa famiglia

Questo slideshow richiede JavaScript.

Angri. L’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati, ha trasferito al patrimonio comunale, una unità immobiliare ubicata al corso Vittorio Emanuele, che sarà utilizzata per la realizzazione di una casa famiglia per minori.

Un atto ufficiale che toglie alla criminalità organizzata un bene e lo restituisce alla comunità. Nel pomeriggio di ieri i referenti dell’Agenzia Nazionale, che gestisce e destina i beni sequestrati e confiscati, hanno incontrato gli assessori Caterina Barba (Patrimonio) e Maria D’Aniello (Servizi sociali), il dirigente Salvatore De Cola, ognuno per le rispettive competenze, per sottoscrivere la consegna del bene che sarà destinato a finalità sociali. Si tratta di un immobile ubicato ad Angri, al corso Vittorio Emanuele, composto da un ampio appartamento e da un garage. Il 23 marzo del 2016 l’Agenzia Nazionale aveva inoltrato al comune di Angri, una richiesta di manifestazione di interesse. L’ente angrese aveva risposto il 23 febbraio del 2018 con una nota, nella quale si manifestava la volontà di acquisire il cespite per la realizzazione di una casa famiglia per minori. Il 24 aprile scorso il Consiglio Direttivo dell’Agenzia, ha deliberato per il trasferimento del bene al comune di Angri.
Il sindaco Cosimo Ferraioli: “Destiniamo alla comunità un bene tolto alla criminalità organizzata, per trasformarlo in una struttura di utilità sociale destinata ai minori. Una volontà di questa amministrazione che, attraverso scelte decise, vuole trasformare beni illegali in beni sociali, aprendo le porte a nuove occasioni di sostegno e di assistenza. Ringrazio gli assessori Barba e D’Aniello, gli uffici e i dirigenti coinvolti, per l’ottimo lavoro svolto”.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

news-repubblic

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi