Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Andrai in Francia quest’estate? Il permesso sanitario resta obbligatorio alla frontiera

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha affermato di aspettarsi “livelli elevati” di Covid-19 quest’estate in Europa e ha chiesto un attento monitoraggio del virus dopo che i casi giornalieri sono triplicati per un mese. “Con i paesi in tutta Europa che revocano le misure sociali in vigore, il virus si diffonderà a livelli elevati durante l’estate”ha affermato il Direttore dell’Europa alle Nazioni Unite, Hans Kluge.

La mascherina nei trasporti, la tessera vaccinale da presentare al ristorante o al cinema… Molti paesi europei hanno già abbandonato gran parte delle restrizioni emanate durante l’emergenza sanitaria. Eppure alcuni rimangono. In Francia, ad esempio, il permesso di vaccinazione rimane obbligatorio all’ingresso nel territorio.

Indipendentemente dal paese di origine, i viaggiatori che desiderano recarsi in Francia devono essere in grado di presentare questo documento. Questo documento viene ulteriormente controllato se stai prendendo l’aereo per andare in Francia.

Ecco le regole applicabili al confine francese, come stabilito dal Ministero degli Affari Esteri:

– Per i viaggiatori vaccinati Ai sensi delle normative europee, devi essere in grado di dimostrare il tuo programma di vaccinazione completo. Ciò include il certificato di vaccinazione di base (1/1 dose o 2/2 dose) che l’ultima dose è stata somministrata meno di 9 mesi fa. o un certificato di vaccinazione di richiamo. La vaccinazione di richiamo è valida a tempo indeterminato.

– per i viaggiatori non vaccinati, È necessario presentare un test negativo (test PCR inferiore a 72 ore, test antigenico inferiore a 48 ore). Le misure all’arrivo (test e isolamento) vengono revocate quando provengono dai paesi della lista “verde”, che hanno una diffusione moderata del virus.

READ  Guerra in Ucraina : les pourparlers entre la Russie et l'Ukraine terminés, unae nouvelle réunion est prévue

Per viaggiatori non vaccinati Provieni da un paese nella lista “arancione”, Devono continuare a fornire un motivo convincente per la loro necessità di venire nella Francia continentale e possono essere soggetti a un test casuale all’arrivo. I viaggiatori che risultano positivi dovranno autoisolarsi, secondo le raccomandazioni dell’assicurazione sanitaria.

I controlli possono essere più o meno severi

In un’intervista rilasciata a figaro, Air France assicura che continuerà a richiedere l’autorizzazione sanitaria ai viaggiatori che arrivano in Francia. Tuttavia, alcuni viaggiatori hanno riferito al giornale di essere stati in grado di sbarcare senza controllo. “I passeggeri vengono controllati all’aeroporto di partenza e non più sistematicamente controllati all’arrivo. Dipende quindi soprattutto dal Paese di provenienza: i controlli infatti possono essere più o meno a seconda del Paese”giustificato all’aeroporto di Parigi in figaro.

Tuttavia, dal 14 marzo, questa carta non è più richiesta nei ristoranti e nei locali di intrattenimento. È ancora necessario recarsi presso una struttura sanitaria, case di cura o istituzioni che accolgono persone deboli o disabili.