Campania EVIDENZA Nocera Inferiore Politica Salerno

Amministrative Nocera Inferiore: De Magistris lancia Schiavo. “Abbattere la politica di De Luca”

L’intervento di Luigi De Magistris a sostegno di Alfonso Schiavo carica i tanti accorsi in piazza Cianciullo. L’ex PM: “Liberatevi dai poteri forti”.

Nocera Inferiore – Piazza Cianciullo, luogo simbolo delle tante lotte sociali che hanno attraversato Nocera, ha fatto da scena per il comizio pubblico di Alfonso Schiavo. Ospite d’eccezione a benedire l’azione politica: il sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Molte le persone accorse in controtendenza con l’abituale ostracismo verso la politica. Giovani, anziani, professionisti e gente comune coinvolti “in prima persona” nell’idea di cambiamento proposta da Schiavo e dal Primo cittadino partenopeo.

“Il percorso che abbiamo fatto a Napoli è la prova che tutti sono artefici del cambiamento – sprona il sindaco Luigi De Magistris – Se oggi abbiamo una città che, seppur con i suoi problemi, è diventata una caso di studio sociale e politico qualcosa significherà. La libertà è un valore che molto spesso dimentichiamo, talmente ci è preclusa. A Nocera mi rimandano i racconti di mio padre, che negli anni tra gli anni 65′ e 70′ è stato magistrato qui. La città capofila dell’Agro non può essere svenduta al presidente della Regione De Luca o a qualsiasi altro potere di tipo economico o mafioso. I cittadini insieme possono liberarsi da questi lacci, ritornando ad essere la componente esclusiva ed unica del governo dei territori.”

Sulla politica nazionale: “L’essere sindaco di Napoli è già un ruolo nazionale. Essere il primo cittadino della città capitale del mezzogiorno ed essere libero da giochi di palazzo romani è un lusso che in pochi possono permettersi. A Napoli abbiamo sconfitto Renzi tre volte, spero di non fare mai la trasformazione che ha fatto lui. Sono sempre tra la gente, ogni giorno faccio almeno 7 km a piedi, c’è chi mi chiede un selfie, chi mi critica, chi mi fa notare delle cose sbagliate e chi mi stringe la mano. Per me è fondamentale avere una percezione reale della gente, non esistono barriere, molto spesso mentali e dietro le quali è facile nascondersi.

Alfonso Schiavo sposa gli ideali di DemA e focalizza l’attenzione su Nocera Inferiore e il suo ruolo nell’Agro.

“L’attuale sindaco ha sempre criticato l’azione amministrativa degli anni pre-Torquato. A mio modo di vedere negli ultimi 7 anni Nocera sta attraversando una fase di stallo. La condizione dell’edilizia popolare a monte vescovado è emblematica: la società che prima era pubblica, con Salvatore Arena attuale sostenitore di Torquato, è stata trasformata in una s.r.l. Ora la società è in liquidazione e sui terreni di monte vescovado gravano le pressioni dei creditori. Privatizzazione della Multiservizi e l’inattuazione del referendum per l’acqua pubblica.”

“L’isola ecologica di Fosso imperatore ridotta ad un centro smistamento e non come un polo dove i rifiuti dei nocerini si trasformavano in ricchezza. I parchi e le aree pubbliche, le sale e i centri di quartiere chiusi perché non ci sono fondi, ma poi Torquato parla di tesoretto in cassa. Ci sentiamo presi in giro, per paura di perdere le elezioni ha dato le chiavi della città a Vincenzo De Luca e prole, svendendoci come cittadini e città, facendoci perdere il ruolo di città capofila. Si concretizzerà finalmente il progetto di essere un’area strumentale di Salerno facendo un deposito container nelle zone industriali. Siamo molossi e non dobbiamo rischiare di trasformarci in cavallucci marini, anche perché il povero cavalluccio può capitare che finisca in una qualche frittura di pesce.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi