Agosto 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Alto tasso di abbondanza?

In attesa dei primi risultati del 2021 per l’arrivo delle società quotate, nei prossimi giorni non mancherà la macroeconomia sui mercati azionari. Beh, un po’ più del solito, visto che stiamo già scivolando sotto le punte senza sapere sempre come riescano a relazionarsi tra loro. Stiamo ancora parlando della banca centrale degli Stati Uniti? Sì, naturalmente. Il suo capo, Jerome Powell, e il suo braccio destro, Lyle Brainard, compariranno domani davanti al Senato degli Stati Uniti per un’udienza prima dei loro nuovi termini. Gli economisti si aspettano una conferma dell’inasprimento della politica dell’istituto sui tassi di riferimento, soprattutto dopo i dati diffusi venerdì sul mercato del lavoro statunitense a dicembre. Il tasso di disoccupazione è sceso al di sotto del 4% mentre i salari hanno continuato a salire. Ci sono ancora più di 10 milioni di posti di lavoro in cerca di candidati negli Stati Uniti. L’America ha i problemi dei ricchi, che non può risolvere attraverso un semplice gioco di domanda e offerta.

La combinazione di un mercato del lavoro ristretto e l’iperinflazione sta costringendo la Fed ad aumentare i tassi di interesse per evitare uno scivolone incontrollato, e penso che tutti abbiano capito bene. Il contenuto dell’aumento dell’IPC sarà noto mercoledì, ma tutto indica che i superlativi ci saranno ancora. L’inflazione avrebbe dovuto raggiungere il 7% in un anno a dicembre attraverso l’Atlantico. Nel gioco delle aspettative, i mercati si aspettano ora un primo aumento dei tassi dell’80% a marzo e il secondo del 70% a giugno. Da parte loro, gli strateghi della banca d’investimenti Goldman Sachs ieri sera hanno aumentato da tre a quattro il numero di turni che si aspettano nel 2022″.Stiamo ancora assistendo ad aumenti a marzo, giugno e settembre e ora abbiamo aggiunto un aumento a dicembreSpiegano che questa è chiamata l’uscita dall’artiglieria pesante di fronte all’aumento dei prezzi.

Vorrei cogliere l’occasione per prendere una pausa dalle traiettorie dei tassi di interesse per rispondere alla domanda principale che qualsiasi investitore si pone: dovresti fuggire dalle azioni quando le banche centrali stringono le viti a un ritmo lento? Come spesso accade in economia, la risposta non è binaria. In effetti, i periodi di aumento dei tassi non sono necessariamente negativi per le azioni. Soprattutto quando il ciclo inizia a ritmi molto bassi e non sale molto. Dal momento che i tassi non erano così bassi prima, questo solleva alcune speranze. Periodi di complessa stretta monetaria hanno coinciso con livelli dei tassi di interesse molto più elevati di quelli attuali e/o con shock economici più gravi. In particolare, le azioni vanno bene quando i prezzi reali aumentano. I tassi reali sono calcolati sottraendo le aspettative di inflazione dai tassi nominali. Le spirali di cassa non sono necessariamente cattive notizie. Ma gli investitori devono adattarsi perché il periodo è favorevole alla rotazione settoriale e ai cambiamenti nello stile di investimento.

READ  Les infidélités d'Amazon coûtent cher à bpost

A questa notizia incentrata su tassi e inflazione, che non è cambiata molto dalla quotidianità degli ultimi mesi, direte, c’è il ritorno dei dibattiti parlamentari sul piano sociale di Joe Biden. Il progetto “Building Back Better”, che avrebbe dovuto avere un budget di $ 2.000 miliardi, ha subito una grave battuta d’arresto a dicembre quando l’influente democratico Joe Manchin ha annunciato pubblicamente che non lo avrebbe sostenuto. Le discussioni riprenderanno questa settimana. “Ci aspettiamo di adottare una versione più piccola, ma aumenta il rischio che nulla passi.Un piano più restrittivo, e nessun piano, afferma l’economista Stephen Gallagher, di Société Générale.Un piano più restrittivo, e nessun piano, inciderebbe particolarmente sulla politica energetica verde della Casa Bianca, sulla politica sociale… e su Joe La mancanza di popolarità di Biden è stata fortemente influenzata da canzoni famose per diversi mesi.

Infine, questa settimana, è impossibile ignorare i negoziati tra Washington e Mosca sulla situazione al confine ucraino. Nessuno sa fino a che punto possano spingersi gli eroi, ma la retorica della guerra è molto presente e l’Europa sembra recitare i ruoli secondari, mentre la Russia bussa alla sua porta. Le tensioni geopolitiche stanno contribuendo a creare un clima di sfiducia all’inizio dell’anno, dopo la prima complessa settimana borsistica del 2022 negli Stati Uniti.

L’indice CAC40 è salito dello 0,25% a 7.240 punti poco dopo l’apertura. In Asia l’Hang Seng è rimbalzato grazie al rialzo dei titoli tecnologici, mentre la Borsa di Tokyo è stata chiusa per giorno festivo.

Caratteristiche economiche di oggi

Due statistiche oggi, il tasso di disoccupazione dell’Eurozona per novembre (11:00) e gli inventari dei grossisti statunitensi per novembre (16:00).

READ  Van Der Straeten vuole superare del 25% i profitti in eccesso nel settore energetico: Dubbi Vincent van Bettieghem | Belgio

L’euro è sceso leggermente dopo essere salito a 1,1335$. L’oro è stabile a 1.792 dollari, mentre il petrolio è fermo a 81,86 dollari al barile per il Brent e 79 dollari al barile per il WTI. Il rendimento dei titoli statunitensi è salito di quattro punti all’1,76%, mentre quello dei titoli tedeschi si è attestato a -0,05%. Bitcoin sta riacquistando un po’ di colore a $ 42,166.

Importanti cambiamenti nelle raccomandazioni

  • Adidas: HSBC passa da buy to hold con obiettivo a 280 euro.
  • Aixtron: Oddo BHF passa da neutrale a sovraperformare intorno ai 26 euro.
  • Aviva: Jefferies rimane in attesa con il prezzo indicativo aumentato da 425 a 435 sterline.
  • BASF: Berenberg tiene, con target di prezzo alzato da 70 a 72 euro.
  • Bilendi: Midcap Partners resta acquirente con l’obiettivo di portarlo da 25 a 39 euro.
  • BMW: Goldman Sachs passa da neutrale a buy, target 123€.
  • Bureau Veritas: Morgan Stanley sta passando da sovrappeso a sovrappeso online.
  • Compagnie Financière Richemont: UBS continua ad acquistare con l’obiettivo di aumentare il prezzo da 152 a 169 franchi svizzeri.
  • Soluzioni di spedizione complete: Berenberg resta da acquistare a un prezzo indicativo ridotto da 105 a 100 EUR.
  • E.ON: Goldman Sachs va long, con un target di 13,25 euro.
  • Componenti elettrici: Jefferies resta da acquistare con target price alzato da 1500 a 1520 Gbp.
  • Eurofins: Jefferies passa da acquisto a contratto con obiettivo 100€.
  • Flughafen Zürich: UBS passa da neutrale a long, puntando a 198 franchi.
  • Ipsen: AlphaValue rimane long, con un target basso compreso tra 107,22 e 96,40 EUR.
  • JCDecaux: Exane BNP Paribas passa da neutrale a sottoperformante puntando a € 20.
  • National Grid: Bernstein passa da prestazioni superiori a prestazioni superiori al mercato puntando a 1.105 GB.
  • Novartis: Citigroup riprende a monitorare l’acquisto mirando a CHF 95.
  • Orsted: Goldman Sachs passa da neutrale a long con un obiettivo di DKK 995.
  • Schneider Electric: Citigroup sta passando da neutrale a corto.
  • SoftwareONE: UBS ha abbassato il prezzo target da 25,20 euro a 20,80 euro.
  • STMicroelectronics: Citigroup sta passando da neutrale a lungo.
  • Swatch Group: UBS rimane neutrale con il prezzo obiettivo aumentato da CHF 254 a CHF 299.
  • UCB: Citigroup passa da long a neutral con un obiettivo di 97 euro.
  • Unilever: Citigroup riprende il monitoraggio degli acquisti mirando a 4500 GB.
  • Vetropack: Stifel passa dall’acquisto per continuare a puntare a 63 franchi svizzeri.
  • WPP: Exane BNP Paribas passa da sottoperformante a neutrale, puntando a 1060 GB.
  • Zur Rose: Jefferies rimane long con un target ridotto da 571 a 515 franchi svizzeri.
READ  Unione Europea: Energia nucleare e gas naturale come energie di transizione

in Francia

Annunci importanti (e meno importanti)

  • Veolia è riuscita nell’operazione di acquisizione di Suez possedendo l’86,22% del capitale sociale al termine del periodo iniziale dell’offerta.
  • Sodexo acquisirà il gruppo statunitense Frontline Food Services.
  • Bruno Le Maire preferisce Christel Heidemann per succedere a Stefan Richard in Orange.
  • Atos avverte dei profitti.
  • SEB emette nuovo Schuldschein per 350 milioni di euro.
  • Coviview acquisisce un portafoglio di 640 unità abitative a Berlino per 154 milioni di euro.
  • Neoen e Prokon con Equinix firmano un PPA di almeno 30 megawatt di capacità eolica in Finlandia.
  • CGG prevede entrate dalle attività “circa $ 941 milioni” nel 2021.
  • Europlasma acquisisce lo stabilimento Luxfer di Gersat.
  • Ameba rinvia la trasmissione del 4e Una fetta della sua OCA, senza spiegare perché.
  • L’opzione per personalizzare eccessivamente l’offerta Toosla è completamente abilitata.
  • Alan Allman sta aumentando il capitale riservato ai nuovi azionisti, da diluire di circa lo 0,5%.
  • Audacia acquista un edificio a Reims.
  • Cogra e Nanobiotix hanno rilasciato numeri e/o previsioni.

Nel mondo

Annunci importanti (e altri)

  • Alcon completa l’acquisizione di Ivantis, California.
  • La partenza del responsabile delle comunicazioni in Meta Platforms (ex Facebook).
  • Shockwave Medical può essere acquistato, secondo Bloomberg.
  • Novartis concede in licenza Insofib, un trattamento per COVID-19, da Molecular Partners.
  • Si dice che Goldman Sachs e Morgan Stanley siano le banche di consulenza selezionate per l’IPO di Reddit.
  • BPER rilancia l’offerta su Banca Carige.
  • Un gruppo di amministratori di Telecom Italia, tra cui Vivendi, ha chiesto al presidente della società di tenere un’assemblea straordinaria per nominare un nuovo amministratore delegato.
  • Idorsia ottiene l’approvazione daridorexant negli Stati Uniti.
  • Xlife Sciences conferma la sua volontà di quotarsi alla Borsa svizzera.
  • Pubblicazioni dei principali risultati : Taiwan Semiconductor, Tilray…

lezioni