Luglio 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

ALMA sulla Via della Morte della Galassia con la Scoperta del Primo Quasar

3C 273 stella nel campo dellaAstrofisica E da qui cosmologia. Dietro questo nome, che significa in primo luogo che è 273e Il terzo catalogo delle materie di Cambridge elenca le fonti Radio, troviamo il quasar più luminoso del cielo. È stato scoperto nella costellazione della Vergine e ora sappiamo che questa radiosorgente proviene da un buco nero supermassiccio, contenente circa 887 milioni di masse Solare – osservato circa 2,44 miliardi di anni fa.

3C 273 è il quasar più studiato, con famose foto scattate da telescopi Hubble e altri Chandra Mostra in particolare un aereo da problema Ambiente lungo 210.000 anni luce da cui proviene galassia ellittica Contiene un quasar. La sua scoperta all’inizio degli anni ’60 aprì la strada all’accettazione della teoria la grande esplosione come nuovo paradigma per la cosmologia.

Da allora lo sappiamo buchi neri supermassicci da dietro il massiccio energia subordinare quasar Brilla più solo di tutti stelle subordinare galassie che contengono – , provengono daaccumulazione Grandi quantità di gas. Il slot Il materiale e la radiazione di questo accumulo possono influenzare il contenuto di gas delle galassie e la velocità con cui le stelle si formano da questo gas. Sappiamo anche che esiste una relazione proporzionale tra la massa dei buchi neri supermassicci e quella delle loro galassie ospiti nella stragrande maggioranza dei casi, il che significa che questi due oggetti crescono insieme.

Esistono quindi relazioni complesse ma ancora poco conosciute tra i processi di crescita di questi due corpi e il fatto che osserviamo Le galassie muoiono alla fine, cioè non forma più una stella, a causa dell’esaurimento del gas. Per vedere più chiaramente, è essenziale poter studiare più da vicino le galassie contenenti quasar e un team di scienziati ha appena fornito una nuova illustrazione di questo tipo di ricerca.astrofisici giapponese Attraverso Pubblicato sul famoso periodico Giornale astrofisico. L’articolo in questione è spesso disponibile gratuitamente all’indirizzo arXiv.

READ  Quando gli utenti del mare misurano l'esposizione agli inquinanti chimici

850 volte la gamma dinamica per svelare i segreti di 3C 273

I ricercatori hanno condotto il loro lavoro utilizzandoAtacama Large Millimeter / submillimeter Array ou Alma (francese: Atacama Millimeter / Millimeter Antenna Large Assembly). Ottenere maggiori dettagli sulla galassia 3C 273 con ALMA richiede la ricerca di una nuova tecnologia di elaborazione delle immagini per ottenere una gamma dinamica più elevata con le immagini. Digitale cui è permesso formarsi radiotelescopio.

Ricordiamoci, semplicemente, quelle foto, come quelle che si possono fare Sensori CCDl’intervallo dinamico è l’intervallo di tempo di un valore di luminosità Cosa potrebbe rappresentare l’immagine. Tuttavia, nell’ambiente naturale, c’è un’ampiezza di luce molto grande tra i diversi pixel Per l’immagine digitale in modo da poter ottenere maggiori informazioni e dettagli come la gamma dinamica.

Gli intervalli di imaging a frequenza dinamica disponibili con Alma sono generalmente compresi nell’intervallo 100 nell’unità di misura appropriata da selezionare. Gli astrofisici giapponesi sono riusciti a ottenere varianza Tra i toni più chiari e più scuri di un’immagine di ALMA c’è nell’ordine di 85.000, che è un record con ALMA per gli oggetti extragalattici.

Intorno al buco nero supermassiccio, i ricercatori hanno quindi rilevato un alone di deboli emissioni radio, ma che si estende per decine di migliaia di anni luce. Normalmente, queste trasmissioni radio propagate all’interno della galassia sono prodotte da radiazione di sincrotrone subordinare Elettroni Relativo al grande ingranaggispesso dentro campi magnetici. Ma l’intensità di questo tipo di radiazione è data da a fantasma che varia con la frequenza, il che non è il caso dell’alone 3C 273. In effetti, la curva dello spettro è piatta.

READ  VIDEO Un chercheur poitevin étudie la santé de la people péruvienne de la ville la plus haute du monde

Radio aura di idrogeno ionizzato?

Gli astrofisici sono rimasti sconcertati da questa osservazione e hanno finalmente trovato una spiegazione plausibile. Il problema viene dalle distribuzioniidrogeno Nel mezzo interstellare di una galassia ellittica, è parzialmente ionizzato dalla radiazione di materia accumulata dal buco nero centrale. La quantità di materia ionizzata è tutt’altro che trascurabile poiché è stimata tra 10 e 100 miliardi di masse solari. Lo spettro totale della luce irradiata dal gas ionizzato deve terminare con una porzione nel visibile. Ma questa parte è chiaramente oscurata dalla polvere nella galassia, il che non è il caso delle onde radio Intervallo di frequenze È accessibile da Alma, motivo per cui solo ora abbiamo rilevato la presenza di gas ionizzato nella corona intorno a 3C 273.

Ma, come spiega il comunicato stampa sul sito di Alma, se è la norma che si formino delle stelle Nuvole di gas idrogeno fortemente ionizzato, la quantità di gas non ionizzato in una galassia ellittica deve rimanere grande perché la formazione stellare non sembra essere stata gravemente soppressa da nucleo galattico attivo.

C’è sempre quello” Questa scoperta offre un nuovo modo per studiare i problemi precedentemente affrontati utilizzando le osservazioni della luce visibile “, secondo Shinya Komojiprofessore alla Kogakuin University in Giappone e autore principale dello studio pubblicato in Giornale astrofisico. Al termine del comunicato, aggiunge: Applicando la stessa tecnologia ad altri quasar, speriamo di capire come si evolve la galassia attraverso la sua interazione con il suo nucleo centrale ».

Interessato a quello che hai appena letto?