Sport

Alma Salerno gioca e vince per Antonio Boccia

Antonio Boccia

Una partita giocata con cuore e grinta per commemorare il Presidente Boccia. L’Alma Salerno si impone 6 a l contro l’OrSa Aliano sul parquet del PalaTulimieri

Prima del fischio di inizio, i calcettisti dell’Alma Salerno hanno ricordato il loro presidente, deponendo un fascio di fiori in prossimità dello striscione raffigurante Antonio Boccia. Osservato anche il minuto di silenzio prima dell’avvio della partita.

La gara. A passare in vantaggio, a sorpresa, dopo circa due minuti di gioco, è la squadra ospite ma l’Alma Salerno non si scompone e inizia l’assedio nella metà campo dell’OrSa. Al 4’ è Renè Villalba a portare la sua squadra sul risultato di 1 a 1, con un tiro angolato sul secondo palo: gol dedicato al presidente Boccia, con il giocatore paraguaiano che ha simbolicamente baciato la fascia nera di lutto con la quale, lui e i suoi compagni, sono scesi in campo. I padroni di casa, grazie ad una doppietta di Spisso – messa a segno nel giro di pochi secondi –, si portano agevolmente sul 3 a 1. Il poker salernitano arriva all’undicesimo minuto con un gol di Stefano Melchiorre che tira fuori dal cilindro un tiro potente che si insacca alle spalle del portiere dell’Aliano. Si va al riposo sul 4 a 1 con la seconda frazione di gioco che si apre con la compagine materana che prova a perforare il fortino salernitano, senza successo. E’ l’Alma, però, a trovare nuovamente la strada del gol, ancora una volta con Melchiorre che mette a segno la sua prima doppietta stagionale. I secondi venti minuti di gara non sono caratterizzati da grandi emozioni ma i padroni di casa hanno comunque il tempo di apporre il sesto sigillo, con Spisso che sigla il suo terzo gol personale di giornata su assist di Mastrangelo. Ed è su risultato di 6 a 1 che l’arbitro fischia e manda tutti negli spogliatoi, con l’Alma Salerno che conquista l’undicesima vittoria in campionato consolidando il proprio terzo posto in classifica.
«Volevamo ricordare e onorare Antonio Boccia – ha commentato il tecnico Fabio Di Giacomo – Per quello che ha fatto in questi mesi per noi. E’ venuta a mancare una persona per noi fondamentale, dentro e fuori dal campo. Per noi resta un vuoto incolmabile». Il prossimo impegno sarà quello con il Bernalda Futsal, squadra che – lo scorso gennaio – ha interrotto il cammino dei salernitani in Coppa Italia: «Il Bernalda è una delle squadre – ha detto ancora Di Giacomo – che secondo me potrebbe dire ancora qualcosa  per la lotta ai play-off. Daranno indubbiamente il massimo contro di noi e noi non ci possiamo permettere di perdere punti e di conseguenza dobbiamo vincere anche questa partita».

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi