Salute Scuola video

Coronavirus, al “Genoino” giornalisti in erba lanciano il video di educazione alla legalità

I saperi arrivano a casa degli studenti del liceo scientifico “Andrea Genoino” di Cava de’ Tirreni e diventano musica, arte, poesie e storie da narrare in un’armonica composizione corale, fatta di sguardi, gesti e sorrisi, e da raccogliere in un video che fermi il tempo sospeso dell’emergenza da Coronavirus.

Nascono, così, quelli che la dirigente scolastica Stefania Lombardi definisce “fiori digitali”: video realizzati da docenti e studenti che trattano di un particolare tema, questa volta posto sotto i riflettori della quarantena.

Tra i diversi lavori si distinguono i video di “educazione alla legalità”, un’iniziativa coordinata da diciotto professori di discipline differenti, che ha come unico obiettivo quello di trasmettere valori di importanza fondamentale per dei giovani chiamati ad affrontare la vita in maniera precoce e problematica.

«Non volevamo lasciare in sospeso i progetti, né limitare il contatto con i ragazzi – ha spiegato la docente di Lettere e Latino Angela Di Gennaro – La legalità è un principio di vita che non va mai dimenticato, soprattutto in momenti difficili come questi». Attraverso la realizzazione di alcuni video sul tema della legalità e della vita in quarantena, è stato possibile coinvolgere emotivamente gli studenti, accorciando le distanze e spalancando le finestre della creatività.

«Abbiamo cercato di fornire una nuova lettura del virus, ponendo l’accento sul fatto che si può essere vicini anche se costretti ad essere distanti”, ha sottolineato la professoressa Marinella De Stefano, che da anni lavora al progetto della legalità.

Entusiasti gli studenti che frequentano le classi IIF, IIID, IIIE, IVD, VE, VF e che hanno realizzato i prodotti multimediali, supervisionati dai loro docenti. «Abbiamo fatto un video che raccontasse ciò che stiamo vivendo – hanno detto – Nonostante sia stato difficile lavorare insieme a distanza, nel complesso è stato divertente e necessario per prendere le distanze dalla quotidianità». Lo slogan che hanno coniato gli studenti? “Lontani oggi per riabbracciarci domani”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi