Agro Sarnese Nocerino Campania EVIDENZA Politica Salerno

Agro Solidale, Gambino: “Il consorzio è fermo, intervenga la Regione”

Agro Solidale

L’azienda consortile Agro Solidale, nata lo scorso novembre, deputata a programmare la gestione dei servizi sociali, è ancora in fase di quiescenza. Interviene il Consigliere Gambino: “La Regioni commissari l’azienda”.

Trascorsi cinque mesi dalla costituzione della struttura consortile Agro Solidale, deputata a gestire i servizi e le attività del Piano di Zona S1-03, pare che al momento sia ancora ferma. La nuova Azienda Speciale Consortile era nata con l’obiettivo di occuparsi della programmazione e della gestione dei servizi sociali. Un progetto portato avanti dai Comuni di Sarno, San Valentino Torio, Pagani – quale comune capofila – e San Marzano sul Sarno.

Ad evidenziare la fase di stallo dell’azienda consortile è il presidente del Gruppo FDI in Regione Campania, Alberico Gambino.

Ad oggi, nonostante gli impegni assunti con l’atto costitutivo e con le relative delibere delle Amministrazioni Comunali interessate, non è stato costituito nemmeno l’ufficio per l’ordinaria amministrazione – spiega Gambino – conseguenza di tale inadeguatezza è che le attività di sostegno a favore degli anziani, dei diversamente abili e dei bisognosi sono completamente inesistenti”.

Agro Solidale è il punto di congiunzione di tutte le attività per le fasce deboli, minori, anziani, diversamente abili e in generale per ogni attività che rientri nelle politiche sociali. La preoccupazione per il Consigliere regionale è che un suo rallentamento potrebbe causare non poche difficoltà per i proseguo del progetto.

Il politico di Fratelli d’Italia chiede così un necessario intervento della Regione teso a eliminare le inefficienze dei Sindaci e della struttura. “E’ una situazione non più tollerabile – spiega Gambino in una nota – appare necessario un forte intervento regionale finalizzato ad eliminare le acclarate inefficienze dei Sindaci e della struttura consortile “Agro Solidale”, evidentemente interessati ad altro. In tal senso chiedo specifico atto di Sindacato Ispettivo finalizzato a chiedere alla Regione Campania di intervenire ad horas nei confronti del Piano di Zona S1-03, anche attraverso la nomina di un commissario”.

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi