Attualità Cronaca EVIDENZA

Addio ad oltre 150 siti di streaming, adesso è caccia a chi li gestiva

Chiusura di oltre 150 siti di streaming, che trasmettevano illegalmente eventi sportivi, film e serie tv protetti da copyright.

Questo è il risultato di una recente ordinanza del Tribunale di Roma firmata dal gip Alessandra Boffi , che ha disposto la chiusura di oltre 150 siti (alcuni di questi : Rojadirecta.tv, socceryou.com, filsenzaloimiti.com, altadefinizione.video, ecc.) che trasmettevano illegalmente eventi sportivi in diretta, comprese le partite di calcio, e film e serie Tv protetti da copyright.

In quali casi i siti di streaming sono illegali?

I siti di streaming diventano illegali quando violato il diritto d’autore.

Infatti , non vi è sanzione per chi si limita ad utilizzare i siti di streaming per guardare un contenuto senza scaricarlo sul proprio pc. Come recita la legge sul diritto d’autore , scatta il reato qualora :

è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 2.582 a euro 25.822 chiunque a fini fraudolenti produce, pone in vendita, importa, promuove, installa, modifica, utilizza per uso pubblico e privato apparati o parti di apparati atti alla decodificazione di trasmissioni audiovisive ad accesso condizionato effettuate via etere, via satellite, via cavo, in forma sia analogica sia digitale”.

Nel momento in cui siti vengono chiusi, scatta automaticamente la caccia a chi li crea e li gestisce.

La magistratura, difatti, in questo momento sta risalendo sulle tracce dei creatori dei siti, che poi li gestiscono e ne traggono illegalmente profitto.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi