Ambiente Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno

Consorzio-Metellia. Questo matrimonio s’ha da fare?

operativa

Continua la querelle Consorzio-Metellia, continuano i diversi punti di vista messi in campo  da un lato dal Sindaco di Cava de’ Tirreni Vincenzo Servalli, dall’altro dal Consigliere di opposizione Marco Galdi.

Prorogata a tre mesi la gestione della raccolta differenziata al Consorzio di Bacino Salerno 1. Una volontà questa che si apprende tramite un’ordinanza sindacale datata 26 agosto che tiene in vita il rapporto tra il Comune di Cava de’ Tirreni ed il Consorzio. Un atto che pone quindi ulteriori accenti sul “desiderato” e tanto discusso passaggio di consegne della gestione rifiuti alla Metellia, società in house del Comune.

Sull’argomento è intervenuto il Consigliere di minoranza Marco Galdi

«Dal 1 dicembre 2016 i consorzi non sono più obbligatori, quindi mi chiedo per quale motivo l’Amministrazione Comunale non abbia ancora realizzato il passaggio di consegne alla Metellia. Tra l’altro – precisa Marco Galdi – la stessa amministrazione ha quantificato un risparmio sulla Tari di circa 230mila euro, con l’assunto che ci fosse stato il passaggio. La proroga del servizio a favore del Consorzio di Bacino Salerno 1, avvenuta con l’ordinanza sindacale del 26 agosto, implica anche una nuova valutazione dei costi in bolletta approvata in Consiglio Comunale – conclude infine l’ex Sindaco – A questo punto temo possa spuntare una bolletta aggiuntiva. Si tratta di un comportamento incomprensibile. C’è una volontà politica contraria a danno dei cittadini».

In sintesi Galdi fa capire che, nonostante il Consorzio non abbia rinnovato l’autorizzazione, a monte del passaggio di consegne alla Metellia, l’ordinanza sindacale ha derogato la legge consentendo così la continuità dei servizi senza autorizzazione regionale. «C’è il rischio che il Consorzio di Bacino ottenga l’autorizzazione rinviando ulteriormente il passaggio e quindi il risparmio previsto».

Una posizione non condivisa dal Sindaco Servalli

«A Galdi evidentemente sfuggono alcuni aspetti fondamentali e lo ha dimostrato con l’assoluta incapacità nel valutare scelte importanti sulla questione, soprattutto alla luce di equilibri economico-finanziari – continua poi il Primo Cittadino – Se seguissi la sua strada manderei sottosopra il Consorzio di Bacino, la Metellia ed il Comune». In merito alla riduzione Tari Vincenzo Servalli tiene a precisare: «I cittadini hanno già beneficiato del risparmio in bolletta. Vedremo se riusciremo a riproporre uno sconto simile anche per il prossimo anno». Infine non manca la conferma da parte del Primo Cittadino di Cava de’ Tirreni, nell’essere favorevole all’incorporazione e quindi all’unione dei due cantieri, con una precisazione: «È una questione di metodo».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi