Ambiente Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA Salerno

#Cava de’ Tirreni. San Martino, tre incendi in tre giorni

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tre incendi in tre giorni. Un’ottima media per il Monte San Martino che, in questo modo, ha presto recuperato l’imbattibilità confezionata in quarant’anni. Infatti il piccolo polmone verde non ha mai subito, negli ultimi otto lustri, ciò che è accaduto nelle giornate di sabato, domenica ed oggi.

La forza dei residenti

Cava de’ Tirreni. Una sciagura che sa di assurdo. Infatti, precisamente, le fiamme, divampate ai piedi dello storico Eremo posto sul punto più alto del monte, hanno impegnato notevolmente i residenti, la Protezione Civile ed i Vigili del Fuoco. Cosa ancor più strana è che, putacaso, le fiamme sono apparse proprio nel momento in cui lo storico monumento metelliano sta tornando alla luce grazie all’operato di tutti i fedeli di San Martino e Santa Maria del Rovo, guidati dal parroco Don Francesco Della Monica.

Infatti riguardo all’incendio di oggi avvenuto intorno alle 16.30, sono stati i soli residenti a domare le fiamme. Diversa la situazione in merito ai giorni precedenti, precisamente sabato alle ore 17.00 e domenica mattina alle ore 05.00, quando residenti, Vigili del Fuoco e Protezione Civile, hanno trovato non poche difficoltà nel risolvere una situazione molto pericolosa. Ricordiamo infatti che, oltre all’Eremo che fortunatamente è uscito illeso dalla sciagura, la zona in questione ospita numerose abitazioni. Strano inoltre il luogo da cui sono partite le fiamme, luogo molto difficile da raggiungere, sito nella zona alta del monte.

L’appello del parroco Don Francesco Della Monica

Da qui all’appello del parroco: “La vegetazione circostante ha subito gravi danni – spiega Don Francesco della Monica – spero che, alla luce di tali eventi, sia i proprietari, sia le Guardie Forestali, s’impegnino a tenere pulito il monte”. Infine l’appello ai cittadini, affinché tengano alta l’attenzione: “Se malauguratamente dovessero ripetersi simili sciagure è importante chiamare subito gli organi competenti – chiude Don Francesco – Ogni istante è prezioso”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi