Settembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

4 belgi su 10 acquistano bevande nei paesi vicini: una perdita di 369 milioni di euro, secondo FIEB

Questa tassa si applica a tutte le bevande contenenti zucchero o dolcificanti, quindi anche articoli leggeri, tè, caffè e acqua aromatizzata, anche senza zuccheri o dolcificanti. Pertanto scoraggia i consumatori a ridurre il consumo di zucchero e optare per alternative a basso contenuto calorico, che è l’obiettivo desiderato. Al contrario, aumenta i prezzi solo in Belgio”.si rammarica del presidente della FIEB, Bart Peters.

L’organizzazione di settore presenta i dati dell’Ufficio di ricerca GfK che affermano che negli ultimi cinque anni (dal 2017 al 2021) le aziende belghe hanno perso 369 milioni di euro di vendite a causa degli acquisti transfrontalieri.

Secondo la FIEB, come l’imposta sui consumi belga “Rappresenta circa il 45% del prezzo al dettaglio delle nostre bevande e nello stesso periodo il governo ha perso oltre 166 milioni di euro di entrate.

Pertanto, i produttori di bevande analcoliche chiedono un taglio delle tasse al fine di “colmare il gap“Con i paesi vicini, che secondo loro renderanno gli acquisti transfrontalieri meno attraenti e incoraggeranno gli acquisti in Belgio.

READ  Et si notre salut venait du Canada?