Agro Nocerino Campania Politica Salerno

Castel San Giorgio: approvato il progetto “San Giorgio in verde”

San Giorgio

Approvato il progetto “San Giorgio in verde”: arrivano i fondi per dei percorsi formativi di inserimento lavorativo per il Comune di Castel San Giorgio

L’amministrazione comunale di Castel San Giorgio sarà uno dei 43 comuni della Campania a beneficiare dei contributi riguardanti i percorsi lavorativi presso le Pubbliche Amministrazioni, che impegneranno 25 lavoratori ex beneficiari di ammortizzatori sociali, per un importo complessivo di 90.021,00 euro. Il decreto dirigenziale con la relativa graduatoria sono stati pubblicati il 12 marzo scorso sul bollettino ufficiale della Regione Campania mentre i fondi utilizzati riguardano parte del Por Campania Fse 2014/2020 per oltre due milioni di euro. Castel San Giorgio risulta l’unico comune dell’Agro nocerino ad essere stato inserito in graduatoria grazie al progetto “San Giorgio in Verde” e l’erogazione del contributo permetterà a 25 lavoratori a cui erano scaduti gli ammortizzatori sociali, di restare nel ciclo lavorativo e formarsi per altre tipologie professionali. “Grazie all’impegno e all’attenzione della Regione Campania – ha dichiarato il sindaco Paola LanzaraCastel San Giorgio potrà beneficiare di nuove risorse a vantaggio dei propri cittadini che rischiavano di uscire dai processi lavorativi e quindi da ogni tipo di reddito. L’intero progetto, a cui hanno lavorato l’assessore Giovanni De Caro e il consigliere Alfonso De Vivo, dimostra come l’amministrazione è composta da una squadra che lavora in sinergia e che ha come obiettivo quello di recuperare disponibilità finanziarie per il territorio ed i propri cittadini”. Il progetto che impiegherà i 25 lavoratori riguarda l’ambiente e l’igiene urbana permettendo ai nuovi lavoratori di inserirsi in un contesto lavorativo in espansione nei prossimi mesi.
Il beneficio che arriverà ai cittadini – spiegano l’assessore Giovanni De Caro e il consigliere comunale Alfonso De Vivosarà duplice. Da un lato venticinque famiglie continueranno a percepire una forma di reddito, dall’altra si potrà organizzare in maniera più precisa e puntuale un servizio ambientale che contando su un numero maggiore di risorse poterà i benefici che tutti si attendono”.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi