Campania Cultura e Spettacolo EVIDENZA Salerno

“26 – come in mare così in terra”: Salerno capitale della solidarietà e dell’accoglienza

mare

Sold out ieri sera al Teatro Augusteo di Salerno per “26 – come in mare così in terra” lo spettacolo di beneficenza di teatro civile per ricordare le 26 donne nigeriane morte in mare

Da una tragedia, a volte, può nascere un gesto d’amore. Potremmo racchiudere così “26 – come in mare così in terra” l’opera di teatro civile promossa dall’Ordine dei Giornalisti della Campania, andata in scena ieri sera all’Augusteo di Salerno, che ha devoluto le somme raccolte durante la serata (€ 4.975,00) allo Sportello di Ascolto Centro Anti-Violenza di Genere Artemisia di Salerno. 26 donne nigeriane lo scorso novembre hanno perso la vita durante uno sbarco. Da quella brutta pagina di cronaca, le 26 storie delle giovani donne, sono state “riportate in vita” grazie alla penna di 26 giornalisti. I 26 volti, le 26 anime, invece, sono diventati carne, ancora una volta, grazie all’interpretazione di altre 26 giornaliste che, armate di coraggio e con il cuore colmo di emozione, sono salite su un palco a raccontare i pensieri, i sogni, le paure di chi ha perso la vita cercando di scappare da un paese che non le faceva sentire al sicuro. Il risultato è stato straordinario e tutto questo è stato reso possibile da chi ha saputo dare ascolto ad un’idea, trasformandola in qualcosa di meraviglioso, Concita De Luca, giornalista e vice presidente della commissione Pari opportunità del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. Durante lo spettacolo, in platea si avvertiva un silenzio surreale: gli spettatori sono stati in apnea per tutta la durata, generosi negli applausi, silenziosi e rispettosi nei momenti di musica, danza e recitazione. L’ultima voce a chiusura dello spettacolo, è stata quella del dott. Matteo Casale, presidente della Corte di Appello.”Salerno ancora una volta si conferma città dell’accoglienza e dell’amore verso il prossimo“, queste le parole del Sindaco Vincenzo Napoli, durante i saluti ed i ringraziamenti conclusivi. Presente, tra gli altri, anche Il ministro nigeriano Ifeyinwa Angela Nworgu, che ha apprezzato lo spettacolo ed ha ringraziato Salerno per l’umanità dimostrata. Con la conclusione dello spettacolo si potrebbe pensare alla fine di tutto. Invece, questo, è soltanto l’inizio: i testi di “26 – come in mare così in terra” presto saranno pubblicati. Il viaggio continua.
Foto di Enzo Figliolia.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

news-repubblic

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi