fbpx
Campania EVIDENZA

23 novembre 1980, 38 anni dopo tra condoni, abusivismo e container

38 anni. Era il 23 novembre 1980. Erano le 19:34. In 90 secondi cambiò tutto.

Sono cambiati alcuni paesi che sono stati ricostruiti altrove, sono cambiate le generazioni con intere famiglie sterminate. E’ mutata la percezione del rischio sismico o, più in generale, ci siamo scoperti fragili.

Dopo il terremoto del 1980 qualcosa è cambiato. Detta così sembra un dogma, ma non essendolo puoi chiederti: cosa è cambiato? Cerchi risposte nei fatti e purtroppo i fatti raccontano che ci sono delle aree cementificate con container ancora vissuti da oltre 30 anni. Eppure i soldi all’epoca furono stanziati, tanti e ciclicamente. Miliardi di Lire scomparsi nel nulla. Torni ad oggi, ti giri altrove e non puoi non notare case costruite ovunque, zona nera o bianca non fa differenza.

Ciliegina poi quando nel 2018 torni a leggere “condono”.

Ed allora, dopo aver visto e letto di tutto, ti viene da pensare: ma vuoi vedere che non è cambiato nulla?

«L’uso di 50-60mila miliardi stanziati per l’Irpinia rimase un porto nelle nebbie […] quel terremoto non aveva trasformato solo una regione d’Italia, ma addirittura una classe politica» (Indro Montanelli)

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi