Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

1766 euro per “Thalys des Neiges”: per la famiglia di Antoine, “difensore dei treni”, qualcosa non va

Antoine e la sua famiglia volevano acquistare i biglietti del treno per andare in vacanza in montagna durante le vacanze di fine anno. Un viaggio che facevano: l’alloggio era prenotato e Antoine doveva occuparsi solo del trasferimento. Ma la brutta sorpresa arrivò a sconvolgere la sua organizzazione.

Per le vacanze di fine anno Antoine ha prenotato un appartamento in montagna per trascorrervi qualche giorno con la famiglia durante le vacanze invernali. A causa delle sue convinzioni ambientali, ha deciso di prendere Talise di neve. Questa è un’offerta del TGV apposta per andare sulle Alpi durante il periodo invernale.

Il prezzo del biglietto cambia a seconda della data di prenotazione e dell’ordine. Antoine ha già preso questo treno due volte. Quindi sapeva che se fosse stato troppo tardi per prenotare i suoi biglietti, avrebbe pagato di più. “Ho messo un promemoria sul mio telefono il giorno in cui i biglietti saranno messi in vendita”. Dopo aver contattato l’editor di informazioni RTL tramite il pulsante arancione Avvisaci.

C’erano ancora pochi posti, ma mi è costato 1766€ per 5 persone!

Il 6 ottobre, primo giorno di vendita dei biglietti, si è seduto al computer per effettuare una prenotazione. “Volevo prenderlo nel pomeriggio, ma per le date che volevo era quasi tutto esaurito. Mancavano ancora pochi posti, ma mi è costato 1766€ per 5 persone! “. Questo è inaudito di Antoine.

A causa della forte domanda, i pochi biglietti rimasti sono molto costosi. Nel caso di Antoine, se dividiamo questo importo per 5, saranno 353,20 euro a persona per andare sulle Alpi francesi. “Non so chi sa come sopportarlo‘ esclamò Antoine. La stessa notte non c’erano più biglietti disponibili. Per i suoi viaggi precedenti, stimava di guadagnare 640 euro per quattro prenotando in anticipo.

READ  Alstom affronta un concorso aereo per le linee del TGV

Antoine si rende conto che i prezzi possono oscillare, ma si rammarica che le compagnie ferroviarie non si siano adattate alla nuova domanda. “Ciò che mi frustra sono questi prezzi rotanti. Come sostenitore dei treni, non voglio fare cattiva pubblicità. Il sistema è buono, ma devono fornire più treni o più alternative”. dice Antonio.

Andrò in macchina, non ho scelta

Vede ancora il lato positivo delle cose: “Il punto positivo è che c’è un cambio di mentalità, le persone pensano di più a prendere il trenoQuindi, purtroppo, Antoine ha dovuto prendere un altro mezzo di trasporto per andare in montagna. “Andrò in macchina, non ho altra scelta. Ho un’auto elettrica quindi ci fermiamo per strada e poi te ne vai.Lui spiega.

Grande cambiamento di prezzo

Per fare Bruxelles Liegi, pagheremo sempre lo stesso prezzo, indipendentemente dal fatto che acquistiamo il biglietto in anticipo o appena prima dell’imbarco. Ma se facciamo Bruxelles-Marsiglia, possiamo averlo a 55 euro più diverse centinaia di euro”. chiede Antonio. Questa tariffa progressiva è paragonabile a quella applicata nel settore aeronautico. A seconda della domanda, i prezzi dei biglietti possono variare notevolmente. È un principio gestione delle entrate. Questo sistema consente ai vettori di migliorare il riempimento di treni o aerei, ma anche il loro turnover. Un metodo che attualmente la SNCB non utilizza. D’altra parte, usano i vettori ferroviari francesi gestione delle entrate.

In questo caso, la domanda è stata così forte fin dal primo giorno che i biglietti sono stati venduti che i prezzi hanno raggiunto rapidamente importi molto elevati. Antoine ha contattato Thalys per vedere se avrebbero aumentato la larghezza del treno. Domanda alla quale l’azienda ha risposto negativamente. “È un peccato che non offrano soluzioni.La reazione del viaggiatore.

READ  "Une voiture neuve? Pas avant l'été 2024": plus de deux ans d'attente pour une nouvelle voiture!

La frequenza dei treni è in forte aumento… e anche i prezzi

Durante l’estate del 2022, il presidente della SNCF si è congratulato in colonne parigino : “Non c’erano molte persone sui treniInfatti, 23 milioni di passeggeri hanno utilizzato il treno per viaggiare. Un record. In Belgio l’uso dei treni è in aumento. La compagnia ferroviaria belga ha annunciato nell’ottobre 2021 di essere tornata all’80% del numero dei viaggiatori regolari prima dell’emergenza Covid : nel 2019 le presenze hanno raggiunto circa 900.000 passeggeri al giorno durante la settimana, aumento sommato a un aumento dei prezzi.

Secondo i dati dell’INSEE, l’Istituto nazionale francese di statistica e studi economici, il prezzo dei biglietti del treno è già aumentato. Tra aprile 2021 e aprile 2022, l’Istituto Nazionale di Statistica e Statistica (INSEE) ha registrato un aumento medio del 14,6%. A gennaio e aprile 2022 l’aumento è stato del 15,3%. In Belgio, è probabile che anche il treno sia più costoso. La Banca nazionale svizzera sta valutando la possibilità di aumentare i suoi tassi di poco meno del 10% entro il prossimo anno. Tuttavia, il vettore afferma che questa è una reazione all’esplosione dei prezzi dell’energia. passa attraverso lo spettacolo La domenica non è tutti i giorni A metà settembre George Gilkennett disse:Un fatto che la BNS attraversa, come tutti i cittadini e le imprese, è l’aumento del 27% dei suoi costi legati all’elettricità e all’aumento dei salari.“.

Un aumento delle tariffe contrariamente alle prediche che incoraggiano il treno come principale mezzo di trasporto.