Attualità EVIDENZA

1500 americani invadono per errore il Canada. Rimpatriati dalla Polizia.

Il maltempo ha spinto centinaia e centinaia di cittadini statunitensi in territorio canadese. Immediato l’intervento della polizia di frontiera di Sarnia (Ontario, Canada) che ha poi recuperato e scortato i cittadini USA a casa.

Una domenica di festa, passata sulle acque del Lago Huron, a qualche kilometro dalla cascate del Niagara. Tutti tranquilli in acqua, chi su piccoli canotti gonfiabili chi con un semplice salvaggente, quando, vuoi il troppo vento vuoi l’alcool, ma in 1500 si sono ritrovati in territorio canadese, senza documenti e senza alcun permesso. Cose che capitano, ma che hanno costretto la Polizia di Sarnia ad intervenire, recuperare uomini e donne ammarati in acqua, qualcuno sottoposto a cure mediche, e quindi organizzare il rientro degli stessi in territorio statunitense.

Ad intervenire la Guardia Costiera canadese con la propia nave “Limnos” che, con propri mezzi, ha fornito l’assistenza per il recupero dei canotti e dei bagnanti presenti alla festa lungo il fiume St. Clair

L’evento dunque si è concluso alla fine bene. Solo qualche statunitense estremamente spaventato per non avere neanche un documento di identità con sè e per essere dunque finito clandestinamente in acque straniere. Una lezione che, magari il prossimo anno, porterà i statunitensi ad organizzare meglio il tutto. Partire dall’avere con sè la propria ID Card.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi