Comunicato Stampa EVIDENZA Napoli

Scherma: Napoli protagonista ai campionati del Mondo cadetti

Plovdiv, april 5, 2017  JUNIOR I day World Championships   Photo Augusto BIzzi

Dario Cavaliere ha trionfato ai Campionati del Mondo Cadetti di scherma a Plovidv, Bulgaria. Il giovane napoletano è salito sul terzo gradino del podio

La scherma napoletana si è distinta a a Plovdiv, Bulgaria, con la medaglia di bronzo. Merito dello sciabolatore Dario Cavaliere che ai Campionati del Mondo Giovani 2017, ha portato il tricolore sul terzo gradino del podio nella gara di sciabola maschile individuale Under 20 con una prestazione straordinaria.

Nel suo percorso esaltante di gara, dopo un’eccellente fase a gironi (6 vittorie in altrettanti match), Dario Cavaliere aveva esordito nel tabellone ad eliminazione diretta sfidando e battendo 15-9 il polacco Lademann, prima di avere ragione del russo Kostenko per 15-14 in rimonta. Nel turno dei 16, il napoletano aveva vinto per 15-14 il derby azzurro contro il livornese Gherardo Caranti. Dopo aver rimontato sino al 14-14, Cavaliere ha potuto festeggiare l’approdo ai quarti in virtù del cartellino rosso (stoccata di penalità) che l’arbitro ha sventolato nei confronti di Caranti reo d’aver interrotto l’assalto sull’«A voi», al segnale d’inizio combattimento.

Il partenopeo ha poi conquistato un posto sul podio aggiudicandosi il match dei quarti di finale contro lo statunitense Natanzon per 15-10. Con la medaglia già ipotecata, la marcia trionfale di Dario s’è interrotta solo in un’emozionante semifinale contro il cinese Lu Yang. Cavaliere ha perso 12-15 dopo una grande rimonta che l’aveva visto portarsi in vantaggio sull’11-10 ribaltando un break di 3-9 in favore dell’asiatico. Lu Yang ha chiuso poi con la medaglia d’argento al collo, sconfitto nella finalissima dal russo Lokhanov (15-11). Per Dario Cavaliere è comunque un bronzo che luccica, condiviso con lo statunitense Metryka, e che vale all’azzurro anche il secondo posto nella classifica generale del circuito di Coppa del Mondo Under 20.

Un podio iridato per continuare la “tradizione di famiglia”: Dario, infatti, è figlio di Massimo Cavaliere, olimpionico napoletano della sciabola di cui sta seguendo le orme grazie al lavoro svolto con il suo maestro, Alberto Coltorti, che ha saputo forgiare un talento innato. Il sogno mondiale dello sciabolatore partenopeo, però, continua: sabato (8 aprile), infatti, Cavaliere sarà di nuovo in pedana con l’Italia del ct Giovanni Sirovich, a Plovdiv, nella gara a squadre degli sciabolatori Under 20.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi