Luglio 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

12° posto a Oldani, Italia

L’italiano Stefano Oldani (Albacin) ha vinto più di due dei suoi compagni allontanati giovedì nella dodicesima prova del Giro a Genova. Il 24enne Oldani ha aperto il suo record nella tappa di transizione più lunga dei 204 chilometri, firmando mercoledì la sua seconda vittoria italiana in due giorni dopo la vittoria sull’Alberto Dinez. Lo spagnolo Juan Pedro Lopez (Trek) ha vestito la maglia rosa dopo questa giornata di caldo tra Emilia e Liguria (nordovest).

L’olandese Wilco Gelterman, membro della divisione river, ha recuperato in più di otto minuti, dai quali è arrivato 23esimo in Birmania, a più di 11 minuti dalla maglia rosa. Per conquistare il podio Oldani ha sconfitto in volata il connazionale Lorenzo Rotta e l’olandese Kijs Limreis.

Sessanta chilometri dopo il palco formò un festival di attacchi nella sua prima parte per iniziare una divisione. Rota, che ha attaccato prima da questo gruppo di 25 corridori, poi Oldani e Leemries si sono avvicinati agli ultimi 50 chilometri. Quattro degli inseguitori (Mollema, Gelderman, L. Hamilton, Futroko) non sono riusciti a chiudere il gap durando trenta secondi.

Dopo la catastrofica caduta di Waterloo Wayland nel 2011, il Giro Passo del Poko ha percorso per la prima volta il percorso in discesa. La Belgian Riders Pipe n. 108 è stata rimossa dall’elenco dei concorrenti. In finale la corsa ha superato il Ponto San Giorgio, che nell’agosto 2018 ha sostituito la Videct autostradale bolscevica parzialmente crollata. Nell’incidente sono morte 43 persone. Venerdì il Livello 13 collega Sanremo, sulle rive del Mar Ligure, con Kunio, ai piedi delle Alpi Piemontesi. Il percorso di 150 km passa attraverso un passaggio prima della finale nel primo tempo, determinato leggermente in salita fino alla finale nella piana sbagliata.

READ  217 libri italiani per conquistare il mondo